Speranza contro la Meloni: l’ex ministro della Salute critica la strategia sul Covid

Speranza contro la Meloni: parole dure rivolte al Presidente del Consiglio da parte dell'ex ministro della Salute.

Speranza contro la Meloni: l’ex ministro della Salute ha criticato ed attaccato duramente l’attuale Presidente del Consiglio. Al centro della polemica la gestione del Covid da parte del governo guidato, appunto, dalla leader di Fratelli d’Italia.

Speranza contro la Meloni

Roberto Speranza, ex ministro della Salute, ha criticato fortemente Giorgia Meloni. L’accusa riguarda in particolare la gestione sul Covid decisa dal governo guidato, appunto, dalla leader di Fratelli d’Italia. L’ultimo atto è stato quello di rendere obbligatori i vaccini per chi arriva in Italia dalla Cina. “La misura -ha dichiarato il ministro della Salute Orazio Schillaci- si rende indispensabile per garantire la sorveglianza e l’individuazione di eventuali varianti del virus, al fine di tutelare la popolazione italiana”.

L’ex ministro della Salute critica la strategia sul Covid

“La strategia della Meloni di far finta che il Covid non esiste più e che tutto sommato dei vaccini si può fare a meno mi pare fallita. Come sempre la realtà è più forte della comunicazione”. Queste sono state le parole dell’ex ministro della salute e segretario di Articolo Uno, Roberto Speranza.

Non solo Speranza, perché anche le opposizioni hanno attaccato le ultime decisioni del governo sulla questione della pandemia. “Gli italiani hanno il diritto di conoscere  come il governo intenda affrontare questa possibile nuova emergenza sanitaria”, ha scritto su Twitter il leader di Azione Carlo Calenda.

 

 

LEGGI ANCHE: Papa Ratzinger come sta: quali sono le sue condizioni di salute