Sara Manfuso contro Ciacci e il Gf Vip: “La mia persona? Non tutelata dal programma”

Sara Manfuso, in studio al Gf Vip 7 con Signorini, ha criticato il programma del Gf Vip e si è scagliata contro Ciacci

Sara Manfuso, dopo essere uscita dalla casa del Gf, in studio si è scagliata in diretta contro Giovanni Ciacci e il Gf Vip. A ricevere le sue critiche anche Alfonso Signorini, che l’ha invitata ad uscire dallo studio.

Sara Manfuso contro Ciacci e il Gf Vip: “La mia persona? Non tutelata”

Sara Manfuso, in studio al Gf Vip 7 con Signorini, ha spiegato perchè ha deciso di abbandonare la casa.

Una motivazione che, in realtà, va oltre il caso di Marco Bellavia. “Sono entrata al Gf Vip per raccontare la mia storia – ha detto guardando Alfonso – e sai che sono stata vittima di violenza sessuale. Ti avevo detto che entravo senza un’etichetta per farmi conoscere per come sono non per il mio passato”. Poi Sara Manfuso si è rivolta a Giovanni Ciacci, il quale era seduto accanto a lei in studio.

Mi ha toccato il culo e mi ha detto simuliamo una violenza sessuale”, ha raccontato la concorrente, aggiungendo che Io ho riso all’inizio, ma ero in imbarazzo. Ho provato vergogna e non se ne è accorto nessuno. Nessuno mi ha chiamato in confessionale e chiesto come stessi. Ma dietro a quella risata c’era dolore e umiliazione, chiaro!“, ha sbottato Manfuso.

La risposta di Signorini e di Ciacci

Alfonso Signorini, alle parole di Sara, ha risposto senza mezzi termini: “Ti ricordo che potevi dargli un ceffone, invece di sorridere se ti aveva dato fastidio“.

A quel punto la Manfuso si è scagliata contro il conduttore con pesanti accuse: “Bello far finta di ignorare le premesse, tu non mi hai tutelata”. Signorini, poi, ha replicato che: “Questa è retorica e io non ci casco. Credo che avresti potuto trovare una scusa migliore per uscire dalla Casa“. Lo stesso Ciacci, presente in studio, si è difeso rimarcando che “Una gogna mediatica (per Marco Bellavia) l’ho subita, due no. Non ci sto a passare per quello che fa violenza sessuale!” ha rimarcato in maniera chiara e netta.