Samantha Cristoforetti e SpaceX: chi c’è nella Crew-4, che missione è, quanto dura

Samantha Cristoforetti e SpaceX, l'astronauta italiana pronta a tornare nello spazio. Chi c'è nella Crew-4? Che missione è? Quanto dura?

Samantha Cristoforetti pronta per SpaceX: chi sono i membri della Crew-4, che missione è, quanto dura. Tutto quel che c’è da sapere sul nuovo viaggio nello spazio dell’astronauta milanese e sull’equipaggio al suo fianco.

Samantha Cristoforetti e SpaceX: che missione è, quanto dura

Samantha Cristoforetti si prepara a tornare nello spazio con l’Expedition-67. L’astronauta italiana, insieme alla Crew-4, è pronta ad affrontare la sua seconda missione spaziale a bordo del razzo lanciatore Falcon 9 costruito da SpaceX, l’azienda aerospaziale di Elon Musk.

Il Falcon 9 porterà la capsula Crew Dragon Freedom alle porte della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). I quattro astronauti della Crew-4 daranno il cambio al team della Crew-3 sull’ISS e resterà in orbita per cinque mesi, fino a settembre 2022.

Il volo operativo è previsto per mercoledì 27 aprile 2022 alle 9,52 di mattina (ora italiana – alle 3,52 orario statunitense – Edt time). L’attracco alla stazione dovrebbe invece avvenire alle ore italiane 02,30 a.m.

del 28 aprile. A bordo dell’ISS la Cristoforetti e il suo team daranno inizio alla missione Minerva, che comprende 35 esperimenti europei e tanti altri internazionali.

Chi c’è nella Crew-4, l’equipaggio della missione

L’equipaggio della SpaceX Crew-4 è composto da quattro persone. Al fianco di Samantha Cristoforetti ci sono tre astronauti americani. Il comando della missione è affidato a Kjell Norwood Lindgren, 49 anni, medico di volo al suo secondo lancio che lavora nella NASA dal 2007.

Nel ruolo di pilota vi è Robert Hines, astronauta 47enne con una lunga carriera nell’aeronautica militare al suo primo volo nello spazio. La geologa 33enne Jessica Watkins è al suo primo lancio ed è una delle due specialiste di missione insieme alla Cristoforetti.

Una volta concluso il volo operativo, l’astronauta italiana assumerà il comando dell’USOS, il segmento dell’ISS composto dai moduli americani, canadesi, giapponesi ed europei. Inizialmente la Cristoforetti avrebbe dovuto assumere il comando della stazione orbitante, diventando la prima donna europea ad assumere un ruolo così prestigioso.

Tuttavia, a causa della guerra in Ucraina, l’astronauta non è riuscita a completare il suo addestramento in Russia.