Live

Rave party a Torino, allarme contagi e tre agenti feriti

Rave party, Torino è protagonista di una festa senza controllo con ragazzi provenienti da tutta Europa. Il rave continua.

Rave party Torino: una serata di Halloween movimentata. Mega festino in un ex stabilimento Fiat, nel Torinese, al quale hanno partecipato migliaia di giovani da tutta Europa grazie ad appuntamenti presi in una chat di Telegram. Scontri ed agenti feriti.

Rave party a Torino

Rave party in via Bernardo a Torino. Musica techno a volume molto alto in una stradina di una zona industriale alle porte di Torino, infilata tra capannoni e un’enorme area abbandonata dell’ex Fiat. ci sono circa seimila ragazzi che si stanno ubriacando e sono  arrivati da tante città e dal nord Europa.

I vari appuntamenti sono stati presi in una chat di Telegram riunendo così tantissimi ragazzi che puntavano solo a divertirsi e basta. Ovviamente non sono rispettate le norme di sicurezza anti Covid e il party continua senza l’intervento deciso delle forze dell’ordine. Una riunione d’urgenza è stata convocata dal prefetto Claudio Palomba sul luogo del rave ha stabilito una linea d’azione di controllo più che di sgombero. Palomba ha incontrato il questore Vincenzo Ciarambino, il comandante provinciale dei carabinieri il generale Claudio Lunardo, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Agatino Carrolo , il responsabile della Croce Rossa e il sindaco di Nichelino Giampiero Tolardo.  Non c’è intenzione di intervenire per sgomberare i rave, un’azione che risulterebbe molto pericolosa per l’incolumità di tutti in un’area come quella occupata.

Torino, allarme contagi e tre agenti feriti

È stato creato invece da parte degli agenti una barriera di sicurezza che circonda l’area del rave, controlla gli accessi dalla viabilità ordinaria e dall’autostrada. Alcuni mezzi e alcune auto sono stati rimossi questa mattina su disposizione dei carabinieri che da questa notte, insieme alla polizia, lavorano per garantire l’ordine pubblico.

Nonostante ciò, non sono mancanti, nella notte, momenti di tensione. Almeno tre gli agenti di polizia feriti come denuncia il segretario del Siulp Eugenio Bravo: “Un poliziotto è stato colpito da alcuni sassi lanciati contro le forze dell’ordine  qualcuno con un camion ha cercato di investire due poliziotti – dice – Le forze dell’ordine sono all’esasperazione, il nostro paese sembra ormai il ventre molle dell’Europa. Nessuno si sogni di addebitare responsabilità alle forze dell’ordine, le colpe ricadano sulle politiche della tolleranza e del buonismo”.

Sulla strada Torino, la via che porta alla Palazzina  di caccia di Stupinigi è stato allestito un presidio di soccorso della Croce Rossa. Alcuni partecipanti sono stati portati in ospedale per fratture e diversi traumi cranici. Si balla sotto un capannone con i vetri rotti e le travi a vista, la gente si arrampica sui tetti pericolanti e si sporge dalle finestre orlate di vetri aguzzi. Anche per questo l’attenzione è massima. Ed ovviamente è scattato l‘allarme contagi vista la situazione all’interno del capannone.