Sonia Bruganelli sui suoi conti correnti: “Ne ho sei, non ricordo tutti i numeri”

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, ha raccontato la sua disavventura dopo il blocco della sua carta di credito

Sonia Bruganelli è protagonista sui social dell’ennesima polemica, questa volta inerente ad un blocco di una sua carta di credito. La moglie di Paolo Bonolis, infatti, ha raccontato la sua disavventura nel momento in cui voleva comprare alcuni abiti.

La polemica dopo il blocco della carta di credito

Su Twitter Sonia Bruganelli, nota anche per il suo ultimo lavoro da opinionista al GfVip, ha raccontato: “Compro su farfetch (piattaforma online di vendita di abiti, ndr) tre abiti, vado al pagamento e mi dicono che la carta è bloccata per motivi di sicurezza.

Chiamo il numero che mi scrivono, parlo con una signora che mi chiede generalità e numero di carta per dirmi che è bloccata per tutelare compere online, dico ok. Ora che sapete che sono io può sbloccarla? Mi risponde che mi passa al numero per lo sblocco. Dico ok. Mi risponde un altro al quale racconto la stessa cosa, mi chiede quando ho usato l’ultima volta la carta, gli dico che non ricordo e lui fa voce stranita, poi mi chiede data di nascita mia e io gliela do, poi mi chiede tutto il numero di carta e io ok, poi mi chiede data di scadenza e ultime tre cifre della carta e gli dico tutto alla fine mi chiede il numero di conto corrente a quel punto sclero.

Sonia Bruganelli sui suoi conti correnti: “Ne ho sei, non ricordo tutti i numeri”

Sempre relativamente a questa sua disavventura, Sonia Bruganelli ha continuato dicendo che: Gli dico che su due piedi non lo ricordo. Lui mi chiede ‘come mai?‘ e sono costretta a vincere la mia proverbiale modestia e a dichiarare di averne sei per cui non mi ricordo i numeri di tutti conti correnti e lui imperterrito mi dice che se non gli dico il numero di conto non può sbloccare la carta.

Io boh”. Alla fine, però, arriva il lieto fine: “A dimostrazione che avevo ragione io, oggi abbiamo rifatto la procedura per lo sblocco della carta – ha aggiunto Bruganelli – e nessuno ha chiesto il numero di conto corrente. Carta sbloccata e io ho i miei vestiti”.