Papa Francesco ha ricevuto la terza dose. E rivela: “Un infermiere mi ha salvato”

Papa Francesco parla dell'infermiere che gli ha salvato la vita. Non è la prima volta che un infermiere gli salva la vita.

Papa Francesco, dopo l’intervento di luglio, parla dell’infermiere che gli ha salvato la vita. Non è la prima volta che un infermiere gli salva la vita.

Papa Francesco, l’operazione al colon

Papa Francesco è stato operato il 4 luglio al Policlinico Gemelli per una stenosi diverticolare con segni di diverticolite sclerosante, intervento in cui gli è stata rimossa una sezione del colon, rimanendo ricoverato per dieci giorni. Poi è stato dimesso.

Papa Francesco, un infermiere gli ha salvato la vita

Papa Francesco, in un’intervista alla radio spagnola Cope, ha dichiarato a proposito dell’intervento dello scorso 4 luglio: “Mi ha salvato la vita un infermiere, un uomo con molta esperienza”.

“E’ la seconda volta nella mia vita che un infermiere mi salva la vita. La prima è stata nel 1957”, ha rivelato il pontefice alla radio spagnola. La prima volta fu una suora italiana che, opponendosi ai medici, cambiò la medicazione che dovevano somministrare al Papa, allora giovane seminarista in Argentina, per curarlo dalla polmonite.

Papa Francesco ha ricevuto la terza dose di vaccino

Papa Francesco, come per la prima e seconda somministrazione, è stato tra i primi a ricevere la terza dose di vaccino anti Covid. Bergoglio è infatti ultraottantenne, categoria che, anche in Vaticano, è considerata prioritaria per la vaccinazione.

“Nella seconda metà di ottobre la Direzione Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano ha iniziato a somministrare la terza dose di vaccino contro il Covid19, dando la priorità agli ultra sessantenni e alle persone con fragilità”, ha detto ai giornalisti il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.