Michiaki Takahashi, chi era il medico celebrato dal doodle di Google

Chi era Michiaki Takahashi, il virologo protagonista del doodle di Google di oggi. Il noto luminare creò il primo vaccino anti-varicella.

Chi era Michiaki Takahashi, il medico giapponese protagonista del doodle di Google di oggi? Il virologo di Osaka, scomparso nel 2013, era noto per aver sviluppato il primo vaccino anti-varicella. Il suo lavoro ha consentito di fare passi da gigante nella lotta contro una delle malattie infettive più diffuse tra i bambini.

Chi era Michiaki Takahashi, Google celebra con un doodle il creatore del vaccino contro la varicella

Nato ad Osaka il 17 Febbraio 1928 Michiaki Takahashi si laurea in Medicina nel 1954 nell’università della sua città natale.

Nel 1959 completa i suoi studi, specializzandosi in virologia del poxvirus. Negli anni successivi continua ad approfondire le sue conoscenze mediche negli Stati Uniti, concentrandosi nello studio del morbillo e della poliomielite. È in quegli anni che, a seguito di una grave infezione contratta dal figlio, comincia ad interessarsi alla varicella. Il Financial Times riporta il suo racconto: Nel 1963 mi sono trasferito a Houston con mia moglie Hiroko e i miei due figli. Un giorno, circa tre mesi dopo, un vicino giapponese ci chiese di fare da babysitter a sua figlia.

Aveva la stessa età di mio figlio di tre anni e loro due giocavano insieme. Più tardi quella sera, ho notato un’eruzione cutanea simile a una vescica sulla testa della ragazza. L’ho riconosciuto come varicella e ho temuto che l’avrebbe passato a mio figlio. Sapevo che i sintomi potevano essere gravi e che non esistevano trattamenti efficaci per la varicella“.

Questa esperienza segna profondamente il virologo, che decide di sfruttare le sue conoscenze per trovare un vaccino: “Ha sviluppato un’eruzione cutanea sul viso che si è rapidamente diffusa su tutto il corpo.

I suoi sintomi sono progrediti rapidamente e gravemente. La sua temperatura salì e iniziò ad avere difficoltà a respirare. Stava in un modo terribile e tutto ciò che io e mia moglie potevamo fare era guardarlo giorno e notte. Non abbiamo dormito. Sembrava così malato che ricordo di essermi preoccupato per quello che gli sarebbe successo. Ho capito allora che avrei dovuto usare la mia conoscenza dei virus per sviluppare un vaccino contro la varicella.

Il ritorno in Giappone e lo sviluppo del vaccino

Takahashi torna in Giappone due anni dopo, nel 1965, e inizia un lungo periodo dedicato allo studio del virus della varicella. Nel 1974, insieme al suo team di ricerca, riesce ad isolare un ceppo del virus meno virulento, che usa come base per lo sviluppo del primo vaccino contro la malattia. Dopo anni di accurati test, nel 1986 la Fondazione di Ricerca per le Malattie Microbiche dell’Università di Osaka lo lancia finalmente in Giappone, come l’unico vaccino approvato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Venne somministrato in oltre 80 paesi in tutto il mondo, prevenendo milioni di casi di varicella. Nel 1994 Takahashi viene nominato direttore del Microbial Disease Study Group dell’Università di Osaka. Ricopre questa posizione fino al suo pensionamento. Muore il 16 Dicembre del 2013, all’età di 85 anni, a causa di insufficienza cardiaca. Oggi avrebbe avuto 94 anni.