OMS: “Non si esce dalla pandemia con i booster, dobbiamo vaccinare tutti”

Il direttore dell'OMS critica le campagne di richiamo: "Non si esce dalla pandemia a forza di booster, vacciniamo i paesi più poveri"

Il direttore dell’OMS, Tedros Ghebreyesus, ha criticato la corsa alle dosi di richiamo del vaccino: Non si esce dalla pandemia a colpi di booster. Non sono un lasciapassare per festeggiare. Dirottando le dosi nei paesi già coperti diamo al virus l’opportunità di mutare“.

Il direttore dell’OMS: “Non si esce dalla pandemia con i booster, non sono lasciapassare”

Tedros Ghebreyesus, immunologo etiope e direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha criticato il tentativo di molti paesi europei di accelerare l’uscita dalla pandemia di Covid-19 a forza di dosi di richiamo del vaccino.

Nessun paese può accelerare l’uscita della pandemia a forza di dosi booster” -afferma Ghebreyesus- “I booster non possono essere visti come un lasciapassare per festeggiare senza prendere le dovute precauzioni”.

Ghebreyesus: “Bisogna vaccinare i paesi più poveri, così prolunghiamo la pandemia”

Il direttore dell’OMS ammonisce i paesi più ricchi ricordando come in molti paesi più poveri la copertura vaccinale sia ancora insufficiente“I vaccini hanno senz’altro salvato molte vite, ma l’ingiusta distribuzione di tali vaccini ha ucciso molte persone.

Molti paesi stanno organizzando programmi di richiamo. Nel frattempo, appena la metà degli stati membri dell’OMS è riuscita a raggiungere l’obiettivo di vaccinare il 40% della popolazione entro la fine dell’anno. Il motivo è una distorsione della fornitura globale. Attualmente, il 20% dei vaccini somministrati ogni giorno è un booster o una dose addizionale”. 

Secondo il direttore dell’OMS, la campagna potrebbe avere l’effetto opposto e prolungare la situazione d’emergenza: “I programmi di potenziamento della copertura probabilmente prolungheranno la pandemia, invece di farla terminare.

Stiamo dirottando le forniture verso paesi che hanno già alti livelli di copertura vaccinale. In questo modo, diamo al virus l’opportunità di mutare e diffondersi“.

Ghebreyesus ha infine aggiunto: “È importante ricordare che la maggioranza delle ospedalizzazioni e morti riguarda persone non vaccinate, non quelle che non hanno ricevuto il richiamo. Dobbiamo inoltre essere molto chiari che i vaccini a nostra disposizione rimangono efficaci contro entrambe le varianti, Delta e Omicron“.