Meteo, quando pioverà al Nord? Ecco le previsioni nei prossimi giorni

Meteo, ecco quali sono le previsioni nelle prossime ore e nei prossimi giorni in Regioni del Nord Italia dove incombe l'allarme siccità.

Meteo, ecco cosa è previsto nei prossimi giorni in un periodo e in una zona d’Italia in cui si sta combattendo una pericoloso emergenza, che non è il Covid ma l’allarme siccità che sta mettendo in allarme diversi Comuni del Nord.

Meteo, quando pioverà al Nord?

Le Regioni, soprattutto quelle del Nord, chiedono al Governo la dichiarazione dello Stato di emergenza per la siccità, allo scopo di dare priorità all’uso umano e agricolo della risorsa idrica, e di mettere a disposizione risorse, anche del Pnrr, per creare nuovi invasi.

Nel Po è scattato l’allarme siccità: alcune Regioni del Nord hanno annunciato la richiesta dello stato d’emergenza. Ci sono circa 125 Comuni della zona del Po che rischiano nelle prossime settimane, il razionamento dell’acqua. Si tratta di un centinaio di comuni piemontesi e almeno 25 della provincia di Bergamo, dove i comuni saranno invitati a firmare ordinanze per un utilizzo essenziale dell’acqua.

La salvezza, in questi giorni, sarebbe la pioggia: arrivano buone notizie perché già nelle scorse ore su qualche territorio del Nord, dell’acqua dovrebbe essere scesa dal cielo, quasi come un miracolo chiesto per affrontare l’emergenza.

Ecco le previsioni nei prossimi giorni

Nella giornata di domenica 26 giugno, secondo 3bmtero.comfenomeni già in corso sulla Francia faranno la loro comparsa fin sulle Alpi occidentali. Coinvolgeranno i rilievi piemontesi, valdostani e lombardi culminando in serata, quando riusciranno a sconfinare a tratti della pianura piemontese, specie centro-settentrionale, esaurendosi entro la notte”.

Un’evoluzione simile caratterizzerà anche la giornata di lunedì, quando dal pomeriggio nuovi acquazzoni o locali temporali faranno la loro comparsa in Valle d’Aosta e sulle Alpi torinesi, per propagarsi entro sera ai rilievi dell’alto Piemonte”.

Inoltre, aggiunge il portale meteo “soprattutto martedì che i fenomeni assumeranno carattere più rilevante. Un lieve cedimento dell’anticiclone africano in corrispondenza del Nord Italia permetterà il passaggio di un impulso temporalesco più organizzato, con acquazzoni e temporali a partire dal Nordovest in estensione in giornata a Lombardia, ovest Emilia e Alpi orientali. In tale occasione attendiamo fenomeni anche violenti, a causa del contrasto tra l’aria più fresca in ingresso dall’Atlantico e quella molto calda preesistente.

Saranno da preventivare fenomeni di instabilità tipici della stagione estiva, con grandinate e locali nubifragi accompagnati da colpi di vento che potranno provocare disagi come allagamenti e danni all’agricoltura”.