Maria Sole Ferrieri Caputi, chi è la prima donna arbitro in Serie A: esordio in Sassuolo-Salernitana

Maria Sole Ferrieri Caputi è il primo arbitro donna che fa il suoi debutto in Serie A. Di origini livornese ha 32 anni.

Maria Sole Ferrieri Caputi è la donna arbitro che fa il suo esordio in Serie A nel primo weekend di ottobre 2022. Di origini livornese, Caputi ha già esperienza nelle serie inferiori ed ha anche diretto una gara di Coppia Italia con squadre di Serie A.

Maria Sole Ferrieri Caputi, chi è la prima donna arbitro in Serie A

Maria Sole Ferrieri Caputi è nata a Livorno il 20 novembre 1990. Ha una laurea triennale in Scienze politiche e Relazioni Internazionali conseguita all’Università di Pisa e una laurea magistrale in Sociologia all’Università di Firenze.

 Attualmente è ricercatrice alla Fondazione Adapt (Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del lavoro e sulle Relazioni Industriali) e contemporaneamente dottoranda all’Università di Bergamo.

Nella sua vita professionale c’è anche il mondo del calcio: ha iniziato come arbitro a soli diciassette anni, in provincia di Livorno. A soli 25 anni ha debuttato in Serie D; a 30 si è guadagnata la promozione in Serie C, a 31 ha diretto il suo primo match in Serie B.

Nel dicembre del 2021 è diventata la prima donna ad arbitrare una partita di Coppa Italia con una squadra di Serie A.

Esordio in Sassuolo-Salernitana

L’esordio come arbitro di Caputi in Serie A sarà nella partita Sassuolo-Salernitana in programma domenica 2 ottobre 2022 alle ore 15. “Quello femminile è un movimento di 1.700 associate. E per la prima volta una donna fa il suo esordio in Serie A. Questo è un momento storico dopo oltre 110 anni – ha commentato il presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange . Qui non viene dato per privilegio quello che spetta per diritto.

Questa persona si è guadagnata questo percorso e sono anche emozionato, per noi e per l’associazione. E’ un momento di grande soddisfazione, non è retorica, è un successo di tutto un movimento fatto da 30mila persone”.

 

 

LEGGI ANCHE: Serie A, ecco quanto guadagnano gli arbitri