Lombardia, quarta dose over 60: si parte. Dove e come prenotare il vaccino?

Lombardia, quarta dose over 60: mercoledì 13 luglio il portale per prenotarsi è stato avviato e quindi si parte.

Lombardia, quarta dose over 60: mercoledì 13 luglio 2022 si è partiti con le prenotazioni del vaccino. Dopo il via libera dell’Ema e anche del Ministro della Salute Roberto Speranza, le Regioni si stanno mobilitando.

Lombardia, quarta dose over 60: si parte

Nelle scorse ore c’è stato il via libera alla quarta dose per over 60 da parte del ministro della salute Roberto Speranza. “In queste ore, immediatamente, già nella giornata di oggi adegueremo le nostre linee guida, le nostre circolari e le nostre indicazioni.

Apriremo subito nei nostri territori alla somministrazione della quarta dose per gli over 60″ ha fatto sapere. Il ministro Speranza, poi, ha aggiunto: “la battaglia contro il Covid è ancora in corso e dobbiamo tenere alto il livello di prudenza”.

Mercoledì 13 luglio 2022 la Regione Lombardia è partita con le prenotazioni della quarta dose per over 60. “L’estensione della possibilità di somministrare la quarta dose agli over 60 è di grande importanza per fronteggiare il rialzo dei contagi in atto – commenta Moratti – soprattutto per ridurre sensibilmente il rischio di contrarre il Covid in forma grave e quindi i ricoveri in ospedale o addirittura in terapia intensiva.

Resta valida la raccomandazione alla prudenza evitando assembramenti, uso della mascherina, lavaggio frequente delle mani”.

Dove e come prenotare il vaccino?

Ecco nella regione come e dove prenotare il vaccino della quarta dose di vaccino anti-Covid, estesa a over 60 e fragili di ogni età. “Da domani (oggi ndr) 13 luglio, alle 9 – ha annunciato la vicepresidente della Regione e assessore al Welfare, Letizia Moratti – il portale di registrazione di Poste (https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/) sarà abilitato alla prenotazione della quarta dose da parte dei soggetti eleggibili”.

La direzione generale Welfare della Lombardia ricorda che “la circolare del ministero della Salute modifica l’indicazione precedente e raccomanda di procedere al second booster, a distanza di 120 giorni, anche nel caso di infezione accertata dopo la prima dose booster. Questa indicazione sarà immediatamente attuata nei centri vaccinali, anche prevedendo l’estensione degli orari di apertura delle linee in considerazione del possibile aumento della richiesta, e comunicata alle Rsa/Rsd”, residenze sanitarie per anziani e disabili, “al fine di procedere con l’offerta attiva agli ospiti che non sono stati vaccinati con la seconda dose di richiamo in ragione di infezione avvenuta dopo il primo richiamo.

Il Gruppo di coordinamento Vaccinazioni anti Covid-19, sulla base del monitoraggio delle prenotazioni – informa inoltre la Dg Welfare – convocherà a breve un incontro per un allineamento sulla programmazione estiva delle aperture dei Centri vaccinali”.