La baguette francese patrimonio immateriale dell’Unesco

La baguette francese dichiarata patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco. Macron: "250 grammi di magia e perfezione"

La baguette francese dichiarata patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco. Il pane simbolo della quotidianità francese riceve, quindi, un importante riconoscimento.

La baguette francese patrimonio immateriale dell’Unesco

Grande riconoscimento per la baguette francese, pane simbolo della quotidianità del paese transalpino. L’Unesco, infatti, ha riconosciuto questo e ogni giorno 12 milioni di consumatori francesi entrano in panetteria per comprarla e gustarla. Nel complesso, quindi, si è calcolato che ogni anno escono dalle panetterie più di sei miliardi di baguette. E’ un riconoscimento per la comunità degli artigiani fornai e pasticceri – ha commentato il presidente della Confederazione nazionale della panetteria-pasticceria francese, Dominique Anract -. La baguette è farina, acqua, sale, lievito e il saper fare dell’artigiano”. 

Il sostegno di Macron

Il presidente francese Emmanuel Macron, prima che arrivasse il risultato, aveva dato il suo appoggio alla candidatura descrivendo la baguette come “250 grammi di magia e perfezione”.

La baguette è comunque un prodotto apparso all’inizio del XX secolo a Parigi e nel 1970 in Francia i panifici artigianali erano circa 55mila (un forno ogni 790 abitanti) contro i 35mila di oggi (uno ogni 2mila abitanti). Sono cioè scomparsi in media circa 400 panifici all’anno negli ultimi cinquant’anni. La scelta di presentare la candidatura della baguette era stata fatta nel 2021 dalla Francia.