Live

Iva Zanicchi oggi: età, canzoni, marito, malattia, fratello, sorelle

Iva Zanicchi oggi: tutto quel che c'è da sapere sull'Aquila di Ligonchio. Dalla carriera, alle sue canzoni più famose, alla vita privata.

Iva Zanicchi è davvero un pilastro della storia della musica italiana e festeggia quest’anno 60 anni di carriera. Che cosa fa Iva Zanicchi oggi? Quali sono le sue canzoni più famose? Tutto sull’età, la malattia, il marito, il fratello e le sorelle dell’Aquila di Ligonchio.

Iva Zanicchi oggi: età, carriera e canzoni

Iva Zanicchi è nata il 18 Gennaio 1940 a Ligonchio, in provincia di Reggio Emilia, e ha 81 anni. Cantante grintosa dalla voce straordinaria, Iva Zanicchi è un simbolo della musica italiana. I media del tempo le conferiscono il soprannome di Aquila di Ligonchio, un soprannome selvaggio come era d’uso per le voci più amate dell’epoca. Con lei, in questa rinomata élite, anche Mina, detta la Tigre di Cremona, Patty Pravo, la Civetta di Venezia, e Rita Pavone, la Zanzara di Torino. Fa la sua prima apparizione televisiva a Campanile Sera, condotto da Mike Bongiorno. Poi fare il suo esordio nel mondo musicale negli anni 60, con la partecipazione a I Due Campanili, festival musicale itinerante di Silvio Gigli.

Le canzoni più famose dell’Aquila di Ligonchio

Dopo diverse altre partecipazioni a festival e concorsi musicali, nel 1964 arriva il suo primo grande successo: Come ti vorrei, versione italiana di Cry to Me di Solomon Burke. Nel 1991, Iva Zanicchi ha ripubblicato una versione ammodernata del suo primo trionfo musicale, in un album dalle forti influenze blues.

È la prima di una lunga serie di canzoni di successo, che negli anni la porteranno a dieci partecipazioni e tre vittorie a Sanremo, nel 1967, 1969 e 1974. Iva Zanicchi è la cantante donna che ha vinto più volte il Festival della musica italiana. Tra i suoi pezzi più amati si ricorda ovviamente Zingara, grazie al quale, insieme a Bobby Solo, ha vinto l’edizione 1969 di Sanremo.

Si ricordano inoltre La notte dell’addio nel 1966, con il quale arriva in finale a Sanremo, Non pensare a me, pezzo che invece vince il Festival l’anno dopo, L’arca di Noè, vincitore del premio della critica a Sanremo 1970, La riva bianca, riva nera, inno pacifista di gran successo portato al Festivalbar del 71. Nel 1974 vince Sanremo per la terza volta con Ciao cara come stai, scritta da Italo Ianne e da un giovane Cristiano Malgioglio.

Iva Zanicchi dagli Anni ’80 a oggi

Negli anni 80, la sua fama musicale si espande anche all’estero e Iva Zanicchi diventa una vera e propria star internazionale. Grazie a diversi brani in lingua spagnola, l’Aquila di Ligonchio diventa un idolo in America Latina. Dagli anni 90 in poi diventa una presenza fissa anche in televisione, diventando una presentatrice di successo e un ospite in diverse trasmissioni di punta. Si ricorda la sua partecipazione fissa a Buona Domenica e il suo lavoro di conduttrice a Ok il prezzo è giusto Iva Show. 

Oggi Iva Zanicchi, dopo una parentesi nel mondo della politica da europarlamentare di Forza Italia, è ancora una presenza costante del piccolo schermo. Negli ultimi anni ha fatto diverse comparsate da opinionista, come ad esempio all’Isola dei Famosi, e a Novembre ha condotto lo show D’Iva, un trasmissione omaggio dedicata ai suoi 60 anni di carriera. La seconda parte di D’Iva è andata in onda l’11 Novembre, su Canale 5. Oggi Iva Zanicchi si tiene in contatto con i suoi fan anche con un seguitissimo account instagram, che conta quasi 200mila follower.

Vita privata di Iva Zanicchi: marito, fratelli e sorelle

Il primo marito di Iva Zanicchi è stato Antonio Ansoldi, con il quale è stata sposata dal 1967 al 1985. Con Ansoldi ha avuto una figlia nel 1967, Michela, che le ha dato due nipoti Luca, nato nel 1998, e Virginia, nata nel 2003. Dal 1986 ha una salda relazione con il produttore Fausto Pinna. Pur non essendo sposati, Iva Zanicchi e Fausto Pinna stanno insieme ormai da oltre 30 anni. Ospite a Domenica In, Iva Zanicchi dichiarò: “Noi non litighiamo mai, le uniche litigate vere le facciamo in cucina”.

Il fratello morto di Covid

Iva Zanicchi ha due sorelle più grandi, Maria Rosa e Viria. Aveva anche un fratello più piccolo di lei di tre anni, Antonio, che purtroppo è morto di Covid nel 2020. Un anno difficile per Iva Zanicchi, anche lei colpita dalla malattia insieme alla sorella maggiore Maria Rosa. Lo raccontò a Morning News: “È stato un anno orribile e il dolore si rinnova adesso che sono nel nostro paese e passo nei luoghi che mio fratello frequentava. Grazie a Dio mia sorella è asintomatica, ha scoperto di essersi ammalata perché, contemporaneamente, il figlio ha saputo di avere il Covid. Odio le persone che piangono in televisione, però è durissima. Non sento odori e sapori, ho tanta stanchezza. Anche la vista è stata colpita, ma piano piano sto recuperando”.

La sorella è riuscita a salvarsi, soprattutto grazie alla vaccinazione: “Si è presa la variante Delta nonostante abbia fatto tutte le vaccinazioni ma non ha praticamente nessun sintomo. Se n’è accorta per caso perché aveva un po’ di mal di gola e si sentiva stanca e dovendo andare al mare si è fatta un tampone ed è risultata positiva. Ora sta chiusa in casa aspettando di negativizzarsi ma grazie al vaccino sta abbastanza bene, se non li avesse fatti sarebbe probabilmente morta“.