Istanbul, attacco terroristico al centro della città: arrestato l’autore dell’attentato

Istanbul, attacco terroristico nel centro della città turca nel pomeriggio di domenica 13 novembre 2022. Ecco cos'è successo.

Istanbul, attacco terroristico nel centro della città turca durante una domenica pomeriggio. Il 13 novembre 2022, la Turchia ha dovuto fare i conti con una bomba che ha causato vittime e feriti. Ecco cos’è successo e chi è stato l’autore dell’attacco.

Istanbul, attacco terroristico al centro della città

Una bomba è stata fatta esplodere ad Istanbul, nella strada pedonale Istiklal, nel quartiere Beyoglu, durante una domenica pomeriggio del 13 novembre 2022.

Le conseguenze ci sono state eccome: l’esplosione della bomba ha fatto 6 vittime e 81 feriti. “Forse sarebbe sbagliato dire che si tratta di terrorismo, ma i primi sviluppi, le prime informazioni che il mio governatore ci ha fornito, mi dicono che c’è odore di terrorismo qui” ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in conferenza stampa.

“La Procura della repubblica di Istanbul ha avviato un’indagine giudiziaria sull’esplosione. Sono stati nominati otto pubblici ministeri per l’efficace svolgimento delle indagini e due sostituti della procura generale.

Nessuno dovrebbe avere dubbi sul fatto che le nostre forze di sicurezza rileveranno e cattureranno l’autore o gli autori del reato in breve tempo e che tutti gli aspetti dell’incidente saranno chiariti a seguito delle indagini”. Lo ha scritto su twitter il ministro della Giustizia turco, Bekir Bozdag. “Auguro la misericordia di Dio a coloro che hanno perso la vita nell’esplosione avvenuta nel distretto di Istanbul Beyoglu , le mie condoglianze ai loro parenti, e auguro una pronta guarigione ai feriti”, ha aggiunto.

Arrestato il possibile autore dell’attentato

Nelle ore successive all’attacco, il presunto e possibile autore dell’attentato è stato fermato come è stato annunciato dal ministro dell’Interno Soumeylan Soylu. “La persona che ha piazzato la bomba è stata arrestata. Secondo le nostre conclusioni, l’organizzazione terroristica Pkk è responsabile” dell’attacco, ha affermato il ministro dell’Interno “Anche altri 21 sospetti sono stati arrestati” ha aggiunto. Il ministro ha accusato le forze curde che controllano gran parte della Siria nord-orientale, che Ankara considera terroristi, di essere dietro l’attacco: “Riteniamo che l’ordine per l’attacco sia stato dato da Kobane”. 

Il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, ha poi fatto riferimento a una “borsa” appoggiata su una panchina: “Una donna si è seduta su una panchina per 40-45 minuti, e qualche tempo dopo c’è stata un’esplosione.

Tutti i dati su questa donna sono attualmente sotto recensione”, ha continuato. “O questa borsa conteneva un timer o qualcuno l’ha attivato da remoto”, ha aggiunto.

 

LEGGI ANCHE: Il bivio di Musk: o Twitter o Cina