Salvini sceglie Orban per il modello famiglia: “In Ungheria hanno le leggi più avanzate”

Salvini sceglie Orban per il modello della famiglia. Lo stesso leader della Lega si è espresso a favore suscitando polemiche nel Pd.

Salvini ed Orban: il leader della Lega ha dichiarato di avere come punto di riferimento sul tema della famiglia le leggi promosse dal premier ungherese. A seguito delle parole del leader della Lega si è scatenata una polemica attraverso qualche rappresentante del Pd.

Salvini sceglie Orban per il modello famiglia

Il tema della famiglia è diventato cruciale in vista delle elezioni del 25 settembre. Su questo aspetto ci sono diverse posizioni prese dai partite negli ultimi giorni.

Ad esempio Matteo Salvini ha chiaramente fatto sapere di avere come punto di riferimento le leggi dell’Ungheria promosse da Viktor Orban.

Il leader della Lega: “In Ungheria hanno le leggi più avanzate”

Il leader della Lega Salvini sulla famiglia sceglie le misure del premier ungherese Viktor Orban. “Non c’è alcun dubbio – ha dichiarato Matteo Salvini a Radio 24 – che la legge più avanzata per la famiglia, quella che sta dando i migliori risultati al livello europeo, è quella dell’Ungheria.

Ma non lo dico perché c’è Orban, se fosse in Francia direi in Francia”. Ci sono “tantissimi aiuti, incentivi economici veri: la donna dopo il terzo figlio è un soggetto fiscale molto ridotto, dal quarto figlio non lo è più, insomma la flat tax applicata alle famiglie. E  poi ci sono congedi parentali estesi addirittura anche ai nonni”.

Il Partito Democratico è di tutt’altro pensiero. Con il “modello Orban”, attacca la capogruppo alla Camera Debora Serracchiani “ci dobbiamo aspettare anche queste proposte che, al contrario di ciò che serve veramente alle donne e alle famiglie (tutte le famiglie), sembra solo riportare a decenni addietro e a negare molti diritti che per Salvini evidentemente non sono scontati”.

“Cosa altro può significare ad esempio: ‘Esenzione a vita dalla tassa sui redditi per tutte le donne che partoriscano e si prendano cura di almeno 4 figli’ oppure “prestito a interessi ridotti di 31.500 euro per le donne under 40 che si sposano per la prima volta; un terzo del debito verrà estinto alla nascita del secondo figlio e gli interessi verranno cancellati alla nascita del terzogenito”? La solita destra che, questa volta con Salvini, vuole portare indietro le lancette della storia”.

 

LEGGI ANCHE: Chiara Ferragni contro Giorgia Meloni: aborto impossibile nelle Marche?