Incentivi auto e moto 2022: quando partono e requisiti

Incentivi auto e moto 2022: finalmente sono pronti per essere disponibili le agevolazioni previste dal Governo.

Incentivi auto e moto 2022: ecco da quando sono disponibili le agevolazioni previste dal Governo Draghi e quali sono i requisiti per poter accedere a questi bonus.

Incentivi auto e moto 2022: quando partono

Gli incentivi auto e moto 2022 partono da lunedì 16 maggio. Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale possono ritenersi disponibili le agevolazioni. Tuttavia,  la piattaforma dove si possono effettuare le prenotazioni di auto partirà il 25 maggio, ma i contratti di vendita sono validi già da lunedì 16 maggio.

Queste misure economiche prese dal Governo sono volte a cercare di spingere i cittadini a rottamare auto vecchie e inquinanti in cambio di vetture nuove a basso impatto ambientale. Il Consiglio dei Ministri ha deciso di stanziare fondi che si protrarranno fino al 2030.

Quali sono i requisiti

Le agevolazioni per auto e moto previste dal Governo prevedono quasi due miliardi in tre anni: 650 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024.

Per accedere all’incentivo sono da prendere in considerazione soltanto modelli con emissioni di Co2 comprese in tre fasce:

  • Auto elettriche (fascia 0-20 g/km): 220 milioni all’anno (235 nel 2023, 245 nel 2024). Si  possono ottenere 3.000 euro più eventuali 2.000 di rottamazione.
  • Auto ibride (fascia 21-60 g/km): 225 milioni all’anno (235 nel 2023, 245 nel 2024). Qui, invece, 2.000 euro più eventuali 2.000 di rottamazione.

  • Altre auto (fascia 61-135 g/km): 170 milioni all’anno (150 nel 2023, 120 nel 2024). Per l’ultima fascia, 2.000 euro solamente con rottamazione di un’auto compresa nelle classi tra Euro 0 e Euro 4.
  • Ciclomotori, motocicli, veicoli commerciali: 35 milioni all’anno. Vengono considerate le categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7), con un contributo del 30% del prezzo di acquisto fino al massimo di 3 mila euro e del 40% fino a 4000 mila euro se viene rottamata una moto in una classe da Euro 0 a 3.

    Per i motocicli nuovi è invece previsto, a fronte di uno sconto del venditore del 5%, un contributo del 40% del prezzo d’acquisto e fino a 2.500 euro con rottamazione.

 

LEGGI ANCHE: Bonus mezzi pubblici 2022: requisiti, come richiederlo, quanto vale