Ignazio La Russa, chi sono i figli

Ignazio La Russa è il nuovo presidente del Senato della Repubblica. Ma quanti figli ha e chi sono i suoi figli? 

Ignazio La Russa è il nuovo presidente del Senato della Repubblica. Ma quanti figli ha Ignazio La Russa?

Leggi anche: Chi è Ignazio La Russa, dall’MSI ad AN a Fratelli d’Italia: carriera politica, fratello, figli, studi

Ignazio La Russa, chi sono i figli

Ignazio La Russa, nuovo presidente del Senato della Repubblica in quota Fratelli d’Italia, è sposato con Laura De Cicco e ha tre figli: Lorenzo e Leonardo, avuti con l’attuale moglie Laura De Cicco e uno, Geronimo, nato da una precedente relazione con Marika Cattare, presidente di Aci Milano.

Lorenzo Kocis

Lorenzo Kocis, figlio di Ignazio La Russa e Laura De Cicco, ha 27 anni ed è laureato in giurisprudenza. Nel corso della sua carriera, è stato eletto nel parlamentino del Municipio 1, Consiglio di zona del centro di Milano, avviandosi come il padre ad un’esperienza nelle istituzioni.

Leonardo Apache

Leonardo è il secondo figlio di Ignazio La Russa avuto con la moglie Laura. In arte Larus, ha 19 anni e nel 2019 ha intrapreso la carriera di trapper.

Nelle sue canzoni ricorrono spesso temi come l’uso di droghe e la legalizzazione della cannabis.

Geronimo La Russa

Geronimo La Russa, figlio di Ignazio avuto con la precedente compagna Marika, è nato nel 1980 a Milano. Avvocato e responsabile del dipartimento di diritto societario dello Studio legale La Russa a Milano, è un dirigente sportivo e manager italiano. È presidente dell’Automobile Club di Milano e presidente del Consiglio di amministrazione di ACI Infomobility S.p.a.

Dopo il liceo frequentato a Milano, Gerolamo decise di iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza della LUIC arrivando a laurearsi nel 2004. Iscritto all’ordine degli avvocati, nel 2011 si specializza in Diritto sportivo e Giustizia sportiva all’Università degli Studi di Milano e in Bocconi ha frequentato un master in Management dello Sport. Il 27 dicembre del 2021, ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica italiana dal presidente Sergio Mattarella, su proposta del presidente del Consiglio Mario Draghi.