Giuseppe Conte: “Reddito di cittadinanza? Lo difenderemo, se serve anche in piazza”

Giuseppe Conte difende a spada tratta il reddito di cittadinanza dopo le dichiarazioni della premier Giorgia Meloni

Giuseppe Conte difende a spada tratta il reddito di cittadinanza. Dopo la nuova manovra di bilancio messa a punto dalla maggioranza di Giorgia Meloni, il leader del M5s si oppone ad alcuni nuovi progetti del Governo.

Giuseppe Conte: “Reddito di cittadinanza? Lo difenderemo, se serve anche in piazza”

La contesa di Giuseppe Conte con il nuovo governo riguarda però in primo luogo il reddito di cittadinanza, che Giorgia Meloni vuole ridimensionare fino anche a togliere completamente facendo una “riforma organica”.

Giuseppe Conte, in particolare, ha deciso di parlarne anche sui social. “Cancellazione, sospensione, taglio di qualche mese, altri tagli fra un anno. Sul Reddito di cittadinanza il Governo da settimane gioca con la vita delle persone: un atteggiamento disumano sulla pelle di famiglie che a stento pagano la bolletta e fanno la spesa”.

Il rebus occupabili

Sempre in merito al reddito di cittadinanza che il Governo punta a riformare, Giuseppe Conte ha chiarito che – per lo meno dal suo punto di vista – la volontà di toglierlo agli occupabili è una scelta da scongiurare.

“L’ultima novità che arriva dalla maggioranza della Meloni parla di un taglio di mensilità del Reddito di cittadinanza per gli “occupabili” – ha infatti scritto a riguardo – persone in grande difficoltà, fra cui molti over 50 e 60 per cui trovare lavoro oggi è durissimo e 200 mila cittadini che già lavorano e che chiedono il Rdc per integrare stipendi da fame.Siamo disposti a tutto per arginare questo piano folle, anche a scendere in piazza.

Noi non getteremo mai la spugna su queste battaglie, vediamo se saremo i soli o se altre forze politiche risponderanno “presente”.