Giornata della Memoria, film da vedere: ecco i consigli

Giornata della Memoria ,film da vedere: consigli per vedere in tv o in streaming prodotti cinematografici che aiutano nella riflessione

Giornata della Memoria, film da vedere: i consigli per vivere questa giornata particolare attraverso produzioni cinematografiche che aiutano nella riflessione e nel ricordo.

Giornata della Memoria, film da vedere

Per il Giorno della Memoria, sono tanti i film prodotti e girati. I capolavori che rimangono nella storia cinematografica sono diversi. Altri cercano di tenere il passo ed aggiornar per quanto è possibile il ricordo.

Giornata della Memoria, film da vedere: Schindler’s List

Il film di Steven Spielberg è considerato uno dei capolavori cinematografici sul tema della Shoah. Vincitore di 7 premi Oscar tra cui miglior film, regia e sceneggiatura, la storia che ha commosso intere generazioni con le interpretazioni di Liam Neeson e Ralph Fiennes e con una potenza drammatica innata.

Jojo Rabbit

Taika Waititi prende il romanzo Il cielo in gabbia e lo trasporta sullo schermo a suo modo: la storia di Jojo, un bambino tedesco che ha fatto di Adolf Hitler il suo idolo (fino a vederlo come amico immaginario).

Tutto cambierà però quando sua madre, Scarlett Johansson, aiuterà una ragazza ebrea dandole rifugio e protezione.

Bastardi senza gloria

Quentin Tarantino riscrive la storia e brucia tutti i nazisti: Bastardi senza Gloria si muove su binari paralleli raccontando la sofferenza e la violenza del nazismo, in salsa pulp, con un magnifico Cristopher Waltz e un finale che apre un “what if” partendo direttamente dai libri di storia.

Resistance – 2020

Resistance – La voce del silenzio (Resistance) è un film del 2020 scritto e diretto da Jonathan Jakubowicz. La pellicola narra le vicende del celebre mimo Marcel Marceau scomparso nel 2007, interpretato da Jesse Eisenberg, prima della celebrità, quando era membro della resistenza francese durante la Seconda guerra mondiale. Un grande artista, ma anche una luce di speranza per molti ebrei perseguitati in Francia dal nazismo che aiutò contribuendo a salvare circa cento piccoli orfani, facendoli riparare in Svizzera.

Un film tragicomico che aiuta molto nella riflessione e a una nuova lettura di quel tempo tragico.

Non odiare – 2020

Non odiare è un film del 2020 diretto da Mauro Mancini, al suo esordio alla regia di un lungometraggio. Il film, con protagonisti Alessandro Gassmann, Sara Serraiocco e Luka Zunic, è ispirato ad un fatto di cronaca accaduto in Germania.
Simone Segre è uno stimato chirurgo di origine ebraica, figlio di un superstite dell’Olocausto, che conduce una vita tranquilla nel Borgo Teresiano di Trieste.

Un giorno si trova a soccorrere per strada un uomo, vittima di un incidente stradale, ma, una volta scoperta sul petto di quest’ultimo tatuata una svastica, decide di non prestargli soccorso. L’uomo muore senza che nessun altro assista all’accaduto. Roso dai sensi di colpa, Simone finisce per rintracciare la famiglia dell’uomo, composta dalla figlia maggiore Marica, il piccolo Paolo e l’adolescente Marcello, un fervente neonazista.
Il regista ha preso spunto da un fatto di cronaca avvenuto nel 2010 a Paderborn, in Germania, dove un chirurgo ebreo si è rifiutato di operare un uomo con un tatuaggio nazista, facendosi sostituire da un collega.