Festa della Divina Misericordia: cos’è e da chi è stata istituita

Festa della Divina Misericordia: un tempo di grazie per gli uomini nella domenica successiva alla Pasqua del Signore.

Festa della Divina Misericordia: la Chiesa nella domenica successiva alla Pasqua celebra un “tempo di grazia per tutti gli uomini”. La Festa è legata a una figura particolare nella storia della Chiesa.

Festa della Divina Misericordia: cos’è

La domenica successiva alla Pasqua, la Chiesa celebra la Festa della Divina Misericordia. Si tratta di una celebrazione legata alla figura della santa mistica polacca Faustina Kowalska.

La scelta della Festa nella prima domenica dopo Pasqua indica lo stretto legame tra il mistero pasquale della Salvezza e la festa della Misericordia, tanto che Suor Faustina disse: “Ora vedo che l’opera della Redenzione è collegata con l’opera della Misericordia richiesta dal Signore” .

Per la prima volta Gesù le ha parlato dell’istituzione di questa festa a Plock nel 1931, quando le trasmise la sua volontà riguardo all’immagine:
« Io desidero che vi sia una festa della Misericordia: voglio che l’immagine, che dipingerai con il pennello, venga solennemente benedetta nella prima domenica dopo Pasqua; questa domenica deve essere la festa della Misericordia».
La festa non è soltanto un giorno di particolare adorazione di Dio nel mistero della misericordia, ma è un tempo di grazia per tutti gli uomini.

Da chi è stata istituita

Fu Giovanni Palo II a volere fortemente questa Festa solenne, che venne ufficializzata dalla Congregazione per il Culto Divino nel 2000: “il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II ha benignamente disposto che nel Messale Romano d’ora innanzi al titolo della II Domenica di Pasqua sia aggiunta la dizione «o della Divina Misericordia»“.

LEGGI ANCHE: Marcia della Pace Perugia-Assisi 2022: percorso e come partecipare