Fedez e il tumore, il rapper torna a parlarne: “Non devo fare la chemio”

Il rapper Fedez è tornato a parlare del suo tumore neuroendocrino al pancreas. "È stata un’operazione importante"

A circa due mesi di distanza dall’operazione di Fedez per il tumore neuroendocrino al pancreas, il rapper torna a parlare delle sue condizioni di salute. Lo ha fatto in conferenza stampa a Palazzo Marino nel corso della presentazione del progetto di beneficienza “LoveMi” presentato assieme all’amico ritrovato J-Ax. 

Fedez e il tumore, il rapper in conferenza stampa

Il rapper, durante la conferenza stampa dove ha illustrato il progetto benefico, è dunque tornato a parlare del suo tumore neuroendocrino al pancreas.

È stata un’operazione importante – è tornato a spiegare – infatti sono stati rimossi duodeno, cistifellea, pancreas e un pezzo di intestino ma sto facendo attività fisica e mi ritengo molto molto fortunato“. 

Fedez, il tumore e gli esami istologici

Riguardo alle sue condizioni di salute, Fedez ha parlato anche dei suoi ultimi esami istologici. “È arrivato l’esame istologico. Il tumore era molto raro, è quello di Steve Jobs, la fortuna è che non ha una classificazione in cancerogeno benigno ma in G1, G2 e G3.

Il mio era G1, il che vuol dire ‘tanto culo’… Non ha preso i linfonodi e non avevo micro metastasi, per cui non ho dovuto fare chemioterapia. Al 90% posso dire che va tutto bene. È come se vedessi il mondo a colori”.

Il concerto di beneficienza “LoveMi”

Il concerto di beneficienza organizzato dal rapper Fedez, presentato in conferenza stampa a Palazzo Marino, punta a raccogliere fondi per l’associazione “Together to go” (TOG) specializzata nella riabilitazione di bambini e bambine con problematiche neurologiche complesse.

In questa occasione Fedez e J-Ax torneranno insieme sul palco dopo quattro anni.