Live

Elezioni Torino 2021: data, candidati, liste e sondaggi

Le prossime elezioni in programma a Torino si dovrebbero tenere nel 2021, a meno di modifiche causate dalla pandemia

Le prossime elezioni in programma a Torino si dovrebbero tenere nel 2021, a meno di modifiche causate dalla pandemia. I cittadini dovranno recarsi alle urne per scegliere il sindaco del capoluogo piemontese. Ci sono già diversi nomi all’orizzonte, così come alleanze ancora da valutare o in alcuni casi ormai consolidate da tempo. Le amministrative che avranno luogo a Torino sono un crocevia importante non solo per la politica locale, ma anche per quella nazionale. Ci sono quindi delle certezze, ma anche diversi dubbi.

Elezioni Torino 2021: le date

La pandemia da Covid-19 ha inevitabilmente provocato lo slittamento delle elezioni amministrative di Torino, inizialmente programmate per la primavera del 2021. Il Consiglio dei ministri ha prospettato un ritorno alle urne in Italia a partire da ottobre 2021. Fonti qualificate parlano già di una possibile data (10-11 ottobre): dopo due settimane, invece, gli eventuali ballottaggi.

Elezioni Torino 2021, i candidati 

È ormai certa la non candidatura dell’attuale prima cittadina Chiara Appendino. Il sindaco della città di Torino ha infatti annunciato da diverso tempo di non voler più proseguire l’attività politica nel capoluogo del Piemonte. Nonostante il Movimento 5 Stelle non abbia ancora risolto il problema del vincolo del secondo mandato, Chiara Appendino ha comunque scelto e lo ha dichiarato sui social network.

Al momento non c’è alcuna posizione ufficiale in merito ad una possibile alleanza tra Partito Democratico e 5 Stelle, ma non è detto che ciò non possa avvenire. Fatto sta che il Pd dovrebbe sciogliere le riserve con le primarie anche se al momento tutto è bloccato causa pandemia. Tutto questo, inevitabilmente, ha dilatato i tempi e le scelte da prendere.

Mauro Salizzoni, consigliere regionale del Pd, era sceso inizialmente in campo, salvo poi cambiare idea e virare rotta a causa della non compattezza della coalizione in merito alla sua candidatura per le amministrative di Torino. Filtrano comunque già dei nomi sui candidati per la corsa alle elezioni di Torino 2021. Il capogruppo Stefano Lo Russo è sicuramente uno dei papabili, ma c’è un altro esponente politico come l’attuale vicepresidente del Consiglio comunale Enzo Lavolta.

Nel centrosinistra sono alla finestra anche Francesco Tresso e il radicale Igor Boni. Intanto il segretario nazionale, Enrico Letta, ha addirittura pensato ad una figura molto conosciuta nel mondo dello sport: il suo nome è Mauro Berruto, ex allenatore della Nazionale di pallavolo. Da non sottovalutare Guido Saracco, rettore del Politecnico, così come Gianna Pentenero. Il candidato del centrosinistra a Torino sarà scelto comunque nelle giornate del 12 e 13 giugno 2021 visto che in quell’occasione si terranno le primarie: c’è quindi grande attesa per conoscere chi avrà la meglio e potrà competere con le altre coalizioni e con i candidati in solitaria a Torino.

Il centrodestra è compatto e ha annunciato il nome del proprio candidato per la corsa alla carica di sindaco a Torino. Si tratta dell’imprenditore Paolo Damilano che ha presentato il simbolo della sua lista civica denominata “Torino Bellissima”. L’idea della Lega è stata condivisa in pieno anche da Forza Italia eFratelli d’Italia. Il Partito Animalista Italiano, insieme al Partito Gay che per la prima volta presenta una lista per i diritti LGBT, ha scelto come candidato Davide Betti Balducci. In corsa c’è anche Bartolomeo Giachino attualmente sostenuto dalle liste “Sì Lavoro”, “Si Tav” e “Sgarbi Rinascimento”.

Elezioni Torino 2021, cosa dicono i sondaggi 

Secondo il sondaggio diffuso dal Partito Democratico nazionale, affidato a Ipsos, il centrosinistra (40-41%) sarebbe sotto rispetto alla compagine del centrodestra (42-43%). Decisiva potrebbe essere un’alleanza del Pd con il Movimento 5 Stelle. I numeri pubblicati da la Repubblica mostrano la Lega al 18% dei consensi, il Pd al 30%, 5 Stelle al 13% e Fratelli d’Italia al 12%. I sondaggi hanno anche parlato dell’attività politica dell’attuale sindaco Appendino: il 55% degli intervistati parla di valutazione che oscilla tra pessimo e insufficiente, il 45% tra sufficiente e ottimo.   

Elezioni Torino, l’ultimo precedente 

Durante le scorse elezioni, svolte a Torino nel 2016, vinse al ballottaggio Chiara Appendino con il Movimento 5 Stelle. L’attuale primo cittadino conquistò 202.764 voti con il 54,56% dei consensi (al primo il 30,92% e oltre 118mila voti). Il centrosinistra, capeggiato da Piero Franco Rodolfo Fassino, sostenuto da quattro liste (Partito Democratico, Moderati, Per Fassino e Sinistra per la Città), ottenne 160mila voti al primo turno e 168.880 al secondo: Fassino non sorpassò i pentastellati e si fermò al 45,44%.

Niente da fare anche per Alberto Morano del centrodestra che, insieme a Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale e Lavoriamo Insieme, prese soltanto 32mila voti (8,39%). Insuccesso politico anche per Osvaldo Napoli con Forza Italia, Salviamo l’Oftalmico e Un sogno per Torino (5,32%). A seguire altri 13 candidati a sindaco, tutti sotto i quattro punti percentuali. Per quanto concerne i votanti, al primo turno furono 397.811 (percentuale del 57,18%) su 695.740 aventi diritto, nel secondo turno si recarono alle urne in 378.586 (54,41%).