Eclissi di Luna 16 maggio 2022: significato, a che ora e come vederla anche in streaming

Eclissi di Luna 16 maggio 2022: ecco come seguire l'evento suggestivo e sempre atteso per la sua bellezza straordinaria.

Eclissi di Luna 16 maggio 2022: nella notte tra la domenica e lunedì avrà inizio uno degli effetti lunare più suggestivi e belli. Ecco a che ora è previsto e come seguire l’evento.

Eclissi di Luna 16 maggio 2022: significato

L’eclissi lunare totale è conosciuta popolarmente come ‘Luna di sangue’ (blood moon in inglese). Ciò è dovuto alla colorazione rossastra che il nostro satellite assume durante il fenomeno a causa della rifrazione della luce. Durante l’eclissi la Luna passa nel cono d’ombra gettato dalla Terra: la luce che le arriva, quindi, è ‘filtrata’ dal nostro pianeta.

Eclissi di Luna 16 maggio 2022: a che ora

La Luna sarà piena alle ore 6:14 di domani lunedì 16 maggio, mentre l’eclissi comincerà nella notte fra domenica e lunedì, precisamente a partire dalle ore 3:32, fino all’inizio della “totalità” a partire dalle ore 5:29. Alle 4:27 la Luna comincia a entrare nella fase d’ombra, dando origine all’inizio della fase parziale.

Dunque, con più correttezza infatti l’eclissi di Luna avverrà nella notte tra il 15 e il 16 maggio.

Sarà visibile, in generale, nelle Americhe, in Africa, e in Europa, ma con modalità diverse. Se infatti alcune porzioni del Nord America e del Sud America potranno apprezzare interamente il fenomeno, dalle nostre parti potremmo farlo solo l’inizio dell’eclissi, dall’ingresso nelle fasi di penombra fino a quello nella zona d’ombra a ridosso della totalità.

Come vederla anche in streaming

L’evento si potrà come al solito osservare ad occhio nudo, meglio se da un telescopio sicuramente.

Inoltre, sarà possibile seguire lo show anche in streaming attraverso il virtual telescope. 

Ci sono anche altri canali messi a disposizione in streaming per seguire l’evento: a partire dall’agenzia spaziale americana, sui social e sul canale TV Nasa, alle nostre 5 del mattino del 16 maggio. Infine, anche il Griffith Observatory di Los Angeles, intorno alle 4:30.

 

LEGGI ANCHE: Torna Hannibal, l’anticiclone africano: cos’è e cosa cambia? Previsioni meteo