Di cosa parla la canzone di Elisa: “O forse sei tu”. TESTO

Di cosa parla la canzone di Elisa. Dopo tanti anni la cantante torna sul palco dell'Ariston ed è subito un successo

Di cosa parla la canzone di Elisa: “O forse sei tu”. La cantante vinse il Festival di Sanremo nel 2001 con la splendida Luce (tramonti a nord ovest). Ritorna sul palco dell’Ariston con inno all’amore.

Di cosa parla la canzone di Elisa: “O forse sei tu”

Elisa torna dopo tanti anni sul palco dell’Ariston e lo fa con una canzone d’amore con il suo stile. Con il brano “O forse sei tu” canta l’amore e l’empatia verso la persona che ha accanto, in grado quasi di provocare miracoli e cambiamenti (“O forse sei tu, Ti capirei se non dicessi neanche una parola, Mi basterebbe un solo sguardo, Per immaginare il mare blu, E niente di più”).  Se domani l’altro se ne andrà, lei gli chiede di portarla con sé, di non lasciarla da sola.

Perché la magia del legame necessita di aversi uno accanto all’altra. L’amore e la vicinanza provoca cambiamenti positivi e sicurezze che prima si pensava di non possedere.

LEGGI ANCHE: Chi è Elisa Toffoli: biografia, malattia, canzoni famose, Sanremo

“O forse sei tu”. TESTO

Sarà che il tempo poi alla fine proprio non ci sfiora
O forse è solamente il cielo
Quando si colora un po’ di più
O forse sei tu
O forse sei tu
Ti capirei se non dicessi neanche una parola
Mi basterebbe un solo sguardo
Per immaginare il mare blu
E niente di più
E niente di più
E chiedimi tu come stai
Se ancora io non l’ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te
Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farti un po’ ridere
E io sarò
Quell’istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
Sarà che tra tutto il casino sembra primavera
Sarà che la vertigine non mi fa più paura
E guardo giù
O forse sei tu
O forse sei tu
E chiedimi tu come stai
Se ancora io non l’ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te
Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Una scusa per farti sorridere
Sì che sarò
Quell’istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Mille volte
Ti ho cercato
Ti ho pensato
Un po’ più forte
Nella notte
Ancora
Mille volte
Quella musica risuona in ogni parte
Nella notte
Forse sei tu
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farmi un po’ ridere
Forse sei tu
Quell’istante che mi porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
Sempre
Quella stupida voglia di vivere