Live

Covid, 18enne perde per sempre gusto e olfatto

La storia di Luca Ronzoni, 18enne bergamasco che ha perso il gusto e l'olfatto a causa del Covid. "Non sentirò mai più odori e sapori".

Covid, Luca Ronzoni, 18enne, ha perso per sempre gusto e olfatto. A causa degli effetti del Long Covid, il giovane bergamasco ha subito sulla sua pelle le conseguenze della pandemia: Non sentirò mai più un odore o un sapore”.

Covid, 18enne bergamasco perde i sensi del gusto e dell’olfatto

Luca Ronzoni è un 18enne di Bergamo con la passione per la fotografia. Giovane e sano, si ammalò di Covid-19 durante la prima ondata, nel periodo di maggiore diffusione del virus. Dal contagio, il 7 Marzo 2020, Luca Ronzoni non sente più né odori né sapori. Il giovane ha subito sulla sua pelle le conseguenze del Long Covid, una sindrome post-virale che può debilitare una persona che ha contratto il coronavirus sotto molti aspetti anche per parecchie settimane dopo la negativizzazione. Pur trattandosi di casi rari, diverse persone si sono ritrovate private del senso del gusto e dell’olfatto anche dopo essere guarite dal Covid. In un periodo di paura per l’aumento dei contagi e di polemiche No Vax sempre più accese, Luca Ronzoni è un esempio importante della pericolosità che il virus può avere, anche in forma lieve.

Parla Luca: “Non sentirò mai più un odore o un sapore”

Luca Ronzoni ha parlato della sua esperienza in un’intervista a Prima Bergamo“Semplicemente, dalla sera alla mattina mi sparirono gusto e olfatto. Da allora non sono più tornati. Immagina di tapparti il naso e mangiare. Più o meno è quello che provo io“. Il 18enne ha raccontato come gli risulti difficile anche solo godersi un pasto: Mangiare mangio, ma per puro spirito di sopravvivenza. Certo non lo faccio più con piacere. Non riesco praticamente più a mangiare cibi “molli”, ad esempio. Non so, le lasagne. Mi nauseano. La pasta me la faccio sempre al dente, almeno “sento” che sto mangiando qualcosa”.

“Ho fatto diverse visite” -continua Luca- “e poi mi sono rivolto a un neurologo, che mi ha spiegato come non fossi il primo a constatare un persistere di questi sintomi, anche a due o tre mesi dal contagio. Constatò soltanto una lesione neurologica causata dal Covid. E mi disse che la mia è permanente. Non sentirò mai più un odore o un sapore“.