Chi era Sergio Canciani, storico corrispondente Rai da Mosca

Chi era Sergio Canciani: un grande profilo da giornalista sui fatti geopolitici. Il primo a parlare dell'intenzioni di Putin in Ucraina.

Chi era Sergio Canciani: lo storico giornalista della Rai si è spento all’età di 76 anni nella sua casa a Trieste. Una lunga carriera e tanti anni da corrispondente propria in Russia. Fu uno dei primi giornalisti a parlare ed anticipare le intenzioni di Putin in Ucraina.

Chi era Sergio Canciani

Sergio Canciani era nato a Trieste nel 1946, ed era un giornalista che ha iniziato la sua carriera nella redazione regionale della Rai Fvg.

Prima nella redazione slovena e poi in quella italiana, raccontò i funerali di Tito, la caduta di Ceausescu in Romania, la guerra nell’ex Jugoslavia, l’assedio di Sarajevo, l’evolversi del conflitto nei Balcani. Innumerevoli i suoi servizi per Tg1, Tg2 e Tg3. Alla fine degli anni ’90 divenne corrispondente Rai da Mosca.

Nasce come giornalista televisivo ma ha collaborato anche con diverse testate della carta stampata e scrisse saggi sugli argomenti geopolitici dei quali si appassionava.

Storico corrispondente Rai da Mosca

Camciani è stato per tanti anni corrispondente della Rai a Mosca.  Fu tra i primi a parlare delle intenzioni del presidente russo sull’Ucraina. In Russia rimase fino al 2011, da Eltsin all’arrivo di Vladimir Putin.

Alcuni sui libri avevano anticipato il conflitto di oggi in Ucraina«Roulette Russia» sulla disfatta dell’ex impero sovietico e «Putin e il neo-zarismo. Dal crollo dell’URSS alla conquista della Crimea».