Casini, candidato alle prossime elezioni fa discutere ma Letta lo difende

Casini potrebbe ripresentarsi come candidato alle prossime elezioni del 25 settembre. Una possibilità che sta facendo discutere.

Casini potrebbe ripresentarsi come candidato in vista delle prossime elezioni del 25 settembre. Tuttavia, questa possibilità sta facendo discutere alcuni ambienti interni al Pd ma il segretario Enrico Letta difende questa strada.

Casini, candidato alle prossime elezioni fa discutere

In vista delle prossime elezioni del 25 settembre, la ricandidatura nel collegio uninominale del Senato di Pier Ferdinando Casini sta facendo discutere. Il circolo Gramsci aveva fatto pervenire direttamente al segretario nazionale Enrico Letta la sua contrarietà: “Caro segretario sappiamo che questi giorni sono per te molto difficili e non vogliamo sovraccaricarti di ulteriori problemi. Circola però insistente la notizia sulla stampa di una possibile ricandidatura del senatore Casini nel collegio senatoriale di Bologna e non possiamo fare a meno di nascondere il disappunto sull’uscita di notizie che dovrebbero essere riservate e la nostra totale contrarietà ad una ipotesi di questo genere”.

“Siamo sicuri- si legge nel messaggio del circolo- che non ripeterai l’errore fatto da Renzi quando nel 2018 lo candidò a Bologna per fiaccare il Pd locale a suo avviso troppo schierato su posizioni di sinistra ed il cui risultato fu si l’elezione del senatore Casini, ma con percentuale di gran lunga più bassa di quelle riscontrate nei collegi della Camera corrispondenti, contribuendo nel suo piccolo al peggiore risultato elettorale di sempre”.

Letta lo difende

Il segretario dl Pd Enrico Letta difende la candidatura di Casini. “Fa parte del ‘patto per la Costituzione’ che stiamo costruendo per organizzare una vera e propria resistenza in nome della difesa della Carta, contro ogni torsione presidenzialista”. Tuttavia, Casini, per ora, ha solo fatto sapere di aver “espresso la disponibilità a Letta. Se lo riterranno utile, ci sono”.