Bimbo morto a Sharm el Sheik, cosa ha mangiato? I genitori tornano in Italia

Bimbo morto a Sharm el Sheik: i genitori del piccolo Andrea tornano in Italia e presto anche la salma del piccolo. Si cerca di capire la causa

Bimbo morto a Sharm el Sheik: i genitori tornano in Italia e intanto si discute sulle cause che hanno portato alla morte del piccolo Andrea di soli 6 anni. In Egitto è stata aperta un’inchiesta per fare luce sull’accaduto.

Bimbo morto a Sharm el Sheik, cosa ha mangiato?

Dall’Egitto e dal resort non si hanno molte informazioni. La notizia che trapela è che nessuno degli altri ospiti della struttura ha avuto sintomi.

Dunque, se Andrea e i genitori hanno bevuto e mangiato sempre nel resort, cosa è potuto accadere. Molto se non tutto dirà l’autopsia, ma visti gli ultimi tragici casi di italiani in Egitto, ci vorrà tempo e molta pazienza.

Il piccolo Andrea era in vacanza con i suoi genitori dal 26 giugno in un resort. Il bambino è morto in poche ore sabato della scorsa settimana. Il padre è stato in rianimazione.

Solo lievi sintomi per la madre. La magistratura egiziana ha aperto un’inchiesta. Dopo essersi recati alla Guardia medica per vomito e dissenteria, a padre e figlio è stata fatta una flebo di soluzione fisiologica per la disidratazione e sono state prescritte loro alcune pillole. Tuttavia, la cura non è servita a nulla per il piccolo Andrea.

“I primi sintomi – ha raccontato lo zio materno Roberto Manosperti – si sono presentati venerdì scorso, primo luglio, di mattina.

Mio nipote e mio cognato hanno anche vomitato diverse volte. Poi, il giorno stesso, a pranzo, sono stati accompagnati in una guardia medica, con il personale sanitario che si alternava. Hanno fatto loro una prima flebo con una soluzione fisiologica, e tre pillole per curare le intossicazioni alimentari”.

I genitori tornano in Italia

Rosalia Manosperti e Antonio Mirabilei genitori del piccolo Andrea tornano in Italia nella giornata di giovedì 8 luglio.

Infatti, intorno alle 13.20, la famiglia Mirabile atterrerà a Palermo con un volo sanitario. La salma del piccolo Andrea arriverà invece domani.

Intanto, è stata aperta un’inchiesta in Egitto e la magistratura egiziana dovrà anche valutare se ci siano state negligenze da parte dei medici. La famiglia Mirabile, secondo quanto riferito dalla Farnesina, vorrebbe denunciare lo staff sanitario del resort e, per questo motivo, ha anche selezionato un legale a Sharm da una lista fornita dal consolato.

 

LEGGI ANCHE: Bimbo morto a Sharm El Sheikh in un resort: la causa è intossicazione alimentare