Bce, tassi in aumento nei prossimi mesi: da quando e cosa cambia

Bce, tassi in aumento: ecco quando ci saranno e cosa cambia per i mercati finanziari con conseguenza anche per le famiglie.

Bce, tassi in aumento: l’annuncio è arrivato dalla conferenza stampa ad Amsterdam che ha messo in allarme le banche e i mercati finanziari. Nei prossimi mesi ci saranno aumenti importanti che incideranno anche sulle spese delle famiglie.

Bce, tassi in aumento nei prossimi mesi: da quando

La Banca Centrale Europea, la Bce, ha alzato i tassi. La notizia è di queste ore e sta generando preoccupazione ed allarme. Infatti, dal 21 luglio, prossima riunione del Consiglio direttivo, ci sarà il primo aumento dei tassi di interesse di 25 punti base.

A cui seguirà un secondo aumento a settembre. Luglio segnerà il primo aumento sul costo del danaro nell’area euro da 11 anni a questa parte. «Prevediamo di aumentare nuovamente i tassi di interesse di riferimento della Bce a settembre. La calibrazione di questo aumento dei tassi dipenderà dalle prospettive aggiornate sull’inflazione a medio termine. Oltre settembre, sulla base della nostra valutazione attuale, prevediamo che sarà appropriato un percorso graduale ma sostenuto di ulteriori aumenti dei tassi di interesse», ha spiegato la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, in conferenza stampa ad Amsterdam.

Ecco cosa cambia

Le prime conseguenze saranno avvertite ed affrontate dalle borse europee con lo spread che, dopo l’annuncio,  ha raggiunto i 214 punti base. Milano perde l’1,5%, con Francoforte, Amsterdam e Parigi che oscillano su un calo di un punto percentuale. La Borsa di Madrid cede lo 0,8%, con Londra in calo dello 0,7%. L’euro resta piuttosto stabile sopra quota 1,07 contro il dollaro, mentre resta forte la tensione sui titoli di Stato, con il Btp a 10 anni che ha toccato un rendimento del 3,55% e lo spread contro il Bund tedesco a quota 210.

Aumentando i tassi, si alza anche il costo del denaro e di conseguenza le persone saranno meno portate ad investire perché meno conveniente con tassi di interesse più alti e investimenti più rischiosi. Questo vuol dire che si verificheranno un aumento anche dei tassi di interessi per acquistare casa, con i mutui che diventeranno più cari.

 

Leggi anche: La guerra spiegata dalla Bce