Anzio, ragazzina picchiata a scuola: calci, pugni ed insulti razzisti

Anzio, ragazzina picchiata a scuola: è successo nella palestra di una scuola media durante l'ora di educazione fisica.

Anzio, ragazzina picchiata a scuola: è successo in una scuola media di Anzio, vicino Roma. Una tredicenne è stata prima insultata e poi aggredita fisicamente.

Anzio, ragazzina picchiata a scuola

Nella palestra della scuola media “Falcone“ di Anzio, vicino Roma, una studentessa di 13 anni è stata insultata e picchiata dalle compagne di classe.

La ragazzina, da non molto, si era trasferita con i genitori in Italia dal Sudamerica ed è iscritta al terzo anno di scuola media.

Durante l’ora di educazione fisica, approfittando dell’allontanamento momentaneo e della distrazione dell’insegnante, è stata aggradita ed insultata da tre ragazze e un ragazzo. Sul caso indagano i militari di Anzio, che puntano anche a verificare l’eventuale responsabilità dell’istituto su quanto accaduto.

Calci, pugni ed insulti razzisti: finisce in ospedale

Oltre allo spavento e all’umiliazione per gli insulti, la studentessa, presa di mira dalle sue compagne, è stata ricoverata per una frattura del setto nasale nel reparto otorinolaringoiatria dell’ospedale di Anzio con una prognosi di 25 giorni.

La 13enne è stata circondata e picchiata con numerosi colpi, anche pugni al volto. Nella denuncia della madre della 13enne, ci sarebbero anche insulti razzisti che le avrebbero urlato prima di aggredirla.

La scuola intanto ha pubblicato una nota di commento sulla faccenda sulla sua pagina Facebook precisando che «l’azione dell’Istituto è sempre stata, ed è, quella di prevenire qualsivoglia episodio di discriminazione e di violenza, sia fisica che verbale». L’Istituto, che ha presentato un esposto alla polizia, inoltre annuncia «una azione interna per l’accertamento dei fatti e di eventuali responsabilità personali».

LEGGI ANCHE: Emergenza suicidi in Università, parlano i genitori di una vittima: “I professori devono fare di più” – Inchiesta