Alfonso Signorini ha una cicatrice dietro la testa: cos’è successo al conduttore?

Alfonso Signorini ha una cicatrice che non è passata in osservata durante la sua conduzione del Grande Fratello Vip.

Alfonso Signorini ha una cicatrice che è stata notata da molti durante la sua conduzione del Grande Fratello Vip. Signorini è un giornalista, opinionista e conduttore televisivo attualmente direttore della rivista di gossip Chi.

Alfonso Signorini ha una cicatrice dietro la testa

Alfonso Signorini oggi conduce il Grande Fratello Vip con ben due appuntamenti a settimana in prima serata. Dunque, il suo volto è sotto l’occhio di milioni di italiani. Nelle ultime puntate un particolare è stato notato da alcuni utenti.

Il conduttore ha una vistosa cicatrice dietro la nuca. Non è un segreto anche perché Signorini negli anni scorsi ne ha parlato in diverse interviste e dunque è opinione pubblica ciò che c’è dietro quella cicatrice.

Cos’è successo al conduttore?

La storia della cicatrice è storia vecchia ma non tanto. Lui stesso ha parlato della genesi della cicatrice che oggi più che mai è balzata sotto l’occhio attento dei telespettatori. In un’intervista rilasciata a Verissimo Alfonso Signorini ha confessato di aver lottato per anni contro una grave malattia: la leucemia mieloide.

 Fortunatamente il giornalista è riuscito a combatterla e a sconfiggerla, ma è stata una delle esperienza che maggiormente hanno segnato la sua vita. Nel dicembre 2014 in particolare, nell’anno in cui era conduttore di Kalispera, il conduttore è stato colpito da un malore che ha permesso di indagare e fare una prima diagnosi.

Dirigevo due giornali, facevo radio tutti i giorni, conducevo più di un programma in tv. Poi una sera la malattia mi è piombata addosso all’improvviso e oggi che, grazie a Dio, ce l’ho fatta, ho capito che il segreto della vita non è credere nel ‘per sempre’, ma credere nel ‘per ora’”.

Il giornalista ha una cicatrice dietro la nuca, che deriva da un’operazione chirurgica effettuata dai dottori per sconfiggere la malattia.