Vlahovic alla Juve: chi paga e dov’è finita la crisi degli Agnelli?

Vlahovic e la Juve sono vicini a promettersi. La proposta economica per il cartellino da parte dei bianconeri c'è, ora tocca a Commisso.

Vlahovic e la Juve: si sono corteggiati a distanza, si sono piaciuti e ora sembra che sono vicini al matrimonio. Quello che manca ovviamente è l’accordo sul costo del cartellino del giocatore.

Vlahovic alla Juve: ci siamo?

La proposta sul tavolo della Juventus è arrivata: 65/67 più bonus. La palla ora passa Rocco Commisso che nelle prossime ore sarà lui a decidere se accettare o meno. Addirittura si parla di visite mediche già programmata ma i tempi non sono così corti anche se il tempo stinge, a meno da una settimana alla fine del mercato invernale.

Chi paga e dov’è finita la crisi degli Agnelli?

Nel mercato estivo, fece discutere l’acquisto di Locatelli: una formula particolare. Prestito gratuito per due anni e pagamento dilazionato. Quella manovra giustificava la crisi nel mondo calcio e nell’azienda Juventus. In pochi mesi cosa è cambiato? I 60 milioni o più da dove arrivano? La dirigenza bianconera avrebbe ottenuto il via libera dalla proprietà per andare all’assalto del centravanti serbo.

Alla faccia della crisi allora, la Juventus a quanto pare non può più accettare la sua posizione in classifica e deve sicuramente inserire un altro asso per sostituire Chiesa che sarà fuori per tutto il resto della stagione. I dubbi però rimangono per un’operazione a gennaio così onerosa, visti i tempi, che fa discutere.

La curva Fiesole contro il giocatore

Intanto, la curva storica della Fiorentine, la Fiesole, protesta contro il giocatore con uno striscione chiaro e duro.

Negli ultimi anni ben due giocatori sono passati dai viola ai bianconeri, figli fiorentini: da Bernandeschi a Chiesa.