Live

Sport Mediaset scalda i motori per il calcio in tv, tutti i (possibili) nomi: da Lele Adani a… Rumors

È scattata ufficialmente l’operazione rilancio da parte di Sport Mediaset, al lavoro per ristrutturare l’organico: chi entra e chi esce

Ritorno al futuro. È scattata ufficialmente l’operazione rilancio da parte di Sport Mediaset che – dopo essersi assicurata i diritti in esclusiva di Coppa Italia e Supercoppa Italiana insieme a quelli della Champions League (una gara in chiaro su Canale 5, tutte le altre su Infinity) – è al lavoro per ristrutturare l’organico.

Sport Mediaset, entra Pierluigi Pardo ed entra Riccardo Trevisani

Il primo innesto è stato quello di Riccardo Trevisani come telecronista al posto di Pierluigi Pardo, in causa con l’azienda dopo la firma con Dazn nonostante avesse sottoscritto appena 5 giorni prima un accordo di esclusiva triennale con il Biscione. Trevisani come dieci anni fa Pardo sceglie Mediaset per affermarsi come volto nazionale a tutto tondo. Impresa possibile grazie alla vetrina di canali come Canale 5 e Italia 1 con milioni di spettatori. Un bacino d’utenza nettamente superiore alla nicchia targata Sky.

Come talent, oltre ai confermati Massimo Paganin, Aldo Serena, Riccardo Ferri e Alessio Tacchinardi, spazio anche a Stefano Sorrentino e Fabio Galante. Da non escludere poi sorprese come Lele Adani (legatissimo a Trevisani…) o il ritorno di David Trezeguet. Piste a oggi entrambe costose seppur stuzzicanti.

Sport Mediaset, al posto di Giorgia Rossi…

Due le trasmissioni di punta in chiaro: Pressing, orfano di Giorgia Rossi, e Tiki Taka. Quest’ultima partirà a metà settembre con Piero Chiambretti che punterà molto sull’avanspettacolo miscelato al pallone. Spazio quindi a soubrette, tifosi vip (Francesco Oppini, Pascal Vicedomini, Francesco Facchinetti, Massimo Ceccherini) ed ex calciatori spumeggianti (Nicola Berti, Massimo Mauro e Pasquale Bruno) nel suo parterre. Mentre la domenica l’approfondimento calcistico in seconda serata sarà targato Pressing con al comando Massimo Callegari.

Non ci sarà un’altra donna al posto della Rossi: al posto dell’avvenenza femminile privilegiata la competenza del telecronista di Ferrara che torna così alla conduzione dopo i tempi della Premium Arena. Un’investitura importante da parte dell’azienda di Cologno Monzese, che ha scelto un giornalista rispetto ai volti femminili tanto di moda per provare a rendere più tecnica la trasmissione. Pure il martedì sera, in chiaro su Canale 5, vedrà come padrone di casa alla condizione il condirettore Alberto Brandi per il post partita della Champions League. Il momento giusto per ritornare protagonisti nel settore calcistico dopo un Europeo da fantasmi con zero contenuti e trasmissioni di approfondimento dedicate alla manifestazione. Un errore costato ascolti facili quanto elevato a cavallo tra giugno e luglio.