Sampdoria-Napoli, insulti durante il minuto di silenzio a Vialli: ultras azzurri fermati a Genova

Sampdoria-Napoli, insulti territoriali durante il minuto di silenzio prima della sfida di Serie A. Alcuni tifosi azzurri fermati dalla polizia

Sampdoria-Napoli, insulti territoriali prima della sfida di Serie A tra le due squadre. Il tutto è avvenuto durante il minuto di silenzio per omaggiare sia Vialli sia Mihajlovic.

Sampdoria-Napoli, insulti durante il minuto di silenzio a Vialli

Insulti territoriali contro la città partenopea prima dell’inizio della partita tra Sampdoria e Napoli. Il tutto è avvenuto anche durante il minuto di silenzio in particolare per Vialli ma anche per Mihajlovic. La denuncia è arrivata dall’on. Simona Loizzo, deputato della Lega e membro della commissione cultura della Camera: “Mentre tutto lo stadio di Marassi ricordava un uomo straordinario come Gianluca Vialli, si levavano cori tipo ‘Napoli colera‘. L’ennesima vergogna è andata in scena a Genova e anche questa volta non succederà niente – riporta Ansa -. Come ho anticipato, chiederò l’audizione del presidente della Figc Gravina perché il nostro calcio offre negli stadi uno spettacolo vergognoso e fuori degli stadi risse da anni Ottanta. Oggi è stata sporcata la memoria di un grandissimo uomo come Vialli e dì un altro grande uomo, come Mihajlovic, egli stesso vittima di razzismo becero da giocatore e allenatore”.

Ultras azzurri fermati a Genova

Dopo gli scontri da ultras in autostrada nel pomeriggio di domenica 8 gennaio 2023, alcuni tifosi napoletani sono stati fermati in un posto di blocco  a Genova Nervi. Erano quattro di età compresa tra i 21 e i 27 anni, sono stati inseguiti dagli agenti della polizia stradale e fermati poco dopo. I poliziotti hanno controllato il bagagliaio e hanno trovato le mazze.

 

LEGGI ANCHE: Vialli, funerali in forma privata a Londra e lutto cittadino con celebrazione a Cremona