Roma, chi è il giocatore poco professionale che ha tradito la squadra: le parole di Mourinho

Roma, chi è il giocatore poco professionale che ha tradito la squadra nella partita contro il Sassuolo. Duro sfogo di Mourinho a fine gara.

Roma, chi è il giocatore poco professionale che, secondo Mourinho, ha tradito tutta la squadra. L’episodio è accaduto nella partita contro il Sassuolo finita 1 a 1. L’atteggiamento di un calciatore in particolare non è piaciuto all’allenatore portoghese che a fine gara ha usato parole dure.

Roma, chi è il giocatore poco professionale che ha tradito la squadra

“La Roma ha giocato bene, ha voluto anche vincere, ma mi dispiace perché lo sforzo di una squadra che ha giocato da squadra è stato tradito da un giocatore con un atteggiamento non professionale.

Non vado quasi mai nello spogliatoio, ma sono entrato subito per dirlo a tutti. Ne ho schierati 16, non vi dirò chi è, ma uno ha tradito”. Queste sono state alcune delle dichiarazioni di Mourinho nel post gara contro il Sassuolo. La partita è finita 1 a 1 ma l’allenatore portoghese ha puntato il dito contro un solo giocatore, reo di aver avuto un atteggiamento in campo poco professionale.

Non ci sono tantissimi indizi per capire a chi si riferisse il tecnico.

Tuttavia, alcuni ragionamenti portano al nome di  Rick Karsdorp, entrato nel secondo tempo al posto di Celik e che non è riuscito a entrare in partita, perdendo i duelli, sbagliando i cross e non riuscendo a difendere bene sulla sua fascia. A fine partita Mourinho è entrato nello spogliatoio e facendo uscire tutto lo staff tecnico, i magazzinieri e il personale. A quel punto c’è stato il faccia a faccia con il giocatore davanti alla sola squadra.

Le parole di Mourinho

Le parole di Mourinho a fine gara, ai microfoni di Dazn, sono state molto dure: “Lo sforzo della squadra è stato tradito da un atteggiamento di un giocatore non professionale. Ha tradito tutti gli altri. Non ho parlato così di Ibanez contro la Lazio, perché l’atteggiamento era top. L’errore fa parte del gioco, l’atteggiamento non professionale e non corretto con i compagni mi dispiace.

L’ho già detto nello spogliatoio e non lo faccio spesso, dopo le partite non parlo spesso con la squadra. Ho avuto sedici giocatori in campo, mi è piaciuto l’atteggiamento di quindici. Uno non mi è piaciuto e l’ho detto”. 

Infine, senza dare alcun riferimento, l’allenatore portoghese ha dichiarato di aver detto al giocatore in questione di cercarsi un nuovo club nel prossimo mercato invernale: “Ho detto al giocatore di cercarsi una squadra a gennaio”.

 

LEGGI ANCHE: Gazidis dice addio al Milan: “La società mi ha salvato la vita”