San Pietroburgo, Champions League: a forte rischio la finale in Russia

La Russia e San Pietroburgo rischiano fortemente di perdere la finale di Champions League. La Uefa ne sta già discutendo

San Pietroburgo rischia fortemente di perdere la finale di Champions League. Dopo l’attacco di Vladimir Putin contro l’Ucraina il dialogo diplomatico tra il mondo occidentale e la Russia si è fortemente incrinato. E la Russia rischia di perdere la finale di Champions League. 

San Pietroburgo, Champions League: a rischio la finale in Russia

Cosa succederà alla finale di Champions League, in programma a San Pietroburgo (in Russia) il 28 maggio 2022? Il mondo del calcio si sta interrogando su questo proprio in questo ore e la Uefa sta ragionando sul da farsi.

Quello che è quasi certo, salvo sorprese, è che la Uefa voglia togliere alla Russia l’opportunità di organizzare la finale di Champions League e si starebbe cercando un’alternativa importante a questo.

Champions League, le parole della Uefa

La Uefa, dopo l’attacco della Russia all’Ucraina, ritiene che San Pietroburgo non possa più essere una sede idonea per organizzare l’evento e, nello specifico, “condivide la significativa preoccupazione della comunità internazionale per lo sviluppo della situazione della sicurezza in Europa e condanna fermamente l’invasione militare russa in corso in Ucraina“.

Il mondo del calcio, quindi, cerca di fare sentire la sua voce sulla preoccupante escalation di eventi in Ucraina e non può che avere un contraccolpo da questa situazione e domani, venerdì 25 febbraio, ci sarà l’annuncio della decisione.

A breve la decisione della Uefa

La Uefa, sempre su questa linea, ha poi commentato in una nota che “in qualità di organo di Governo del calcio europeo, l’Uefa sta lavorando instancabilmente per sviluppare e promuovere il calcio secondo i valori europei comuni come la pace e il rispetto dei diritti umani, nello spirito della Carta olimpica.

Rimaniamo risoluti nella nostra solidarietà con la comunità calcistica in Ucraina e siamo pronti a tendere la nostra mano al popolo ucraino. Stiamo affrontando questa situazione con la massima serietà e urgenza. Le decisioni saranno prese dall’Esecutivo Uefa e annunciate domani“.

L’Italia torna in gioco?

Ma dove potrebbe essere svolta la finale di Champions League prevista il 28 maggio 2022? Non è escluso che l’Italia potrebbe tornare in gioco con l’opzione Roma, ma si parla anche di Wembley e Monaco di Baviera.