Gazidis dice addio al Milan: “La società mi ha salvato la vita”

Gazidis dice addio al Milan dopo quattro anni: concluderà ufficialmente la sua esperienza alla scadenza del suo contratto, il 5 dicembre 2022

Ivan Gazidis dice addio al Milan. Sbarcato nel dicembre 2018, dopo quattro anni e un ultimo scudetto vinto lo scorso maggio a Reggio Emilia contro il Sassuolo (3-0), il dirigente lascia il suo incarico al Milan.

Gazidis dice addio al Milan: “La società mi ha salvato la vita”

Gazidis lascia il Milan dopo quattro anni. Il dirigente sudafricano che è entrato nel cuore dei tifosi rossoneri concluderà ufficialmente la sua esperienza alla scadenza del suo contratto, il 5 dicembre 2022, come ha confermato il club rossonero con una nota ufficiale.

Gazidis, quindi, lascia il suo ruolo di amministratore delegato. «Lascerò dopo quattro anni meravigliosi e sfidanti – ha detto – devo moltissimo a questo club, alla sua gente, ai suoi tifosi e a questa città, che sono convinto mi abbiano letteralmente salvato la vita». Un riferimento, questo, anche al fatto che nel luglio 2021 a Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, era stato diagnosticato un carcinoma alla gola. Lo aveva comunicato il Milan già ai tempi con una nota ufficiale, dove si spiegava che il dirigente rossonero era in lotta contro un tumore alla gola.

Leggi anche: Sponsor raddoppiati e costi tagliati, l’eredità di Gazidis al Milan

Il ringraziamento al Milan

Sempre in merito a Gadizis e alle sue ultime dichiarazioni prima di lasciare l’incarico, il dirigente ha voluto mostrare tutta la sua gratitudine alla squadra rossonera. “Il Milan di oggi è in una posizione migliore rispetto a quando sono arrivato – ha detto – è interamente dovuto al lavoro di tutte le persone che mi hanno circondato: dalla proprietà, al nostro presidente, ai nostri allenatori, allo staff tecnico, ai direttori sportivi, ai nostri giocatori, a ogni ragazzo o ragazza che sogna nelle nostre Academy, ai nostri scout e analisti, al personale medico, al nostro team dirigenziale e a tutti gli straordinari colleghi e collaboratori che danno tutto per il Milan.

Ho avuto il privilegio di lavorare con tutti loro. Non ho dubbi che questi valori fondanti, portati avanti da tutte le persone del club, spingeranno il Milan verso nuovi traguardi negli anni a venire. Infine, vorrei mandare un ringraziamento speciale ai nostri fan. I nostri tifosi hanno sostenuto il club (e me stesso) attraverso momenti difficili, grazie alla loro costanza e alla loro forza. Conserverò per sempre nel cuore come mi hanno sorretto durante la mia malattia.

Si meritano molto. A breve lascerò la mia responsabilità nel club, ma il club rimarrà sempre dentro di me“.