Kama.Sport, la scienza al servizio del calcio che ha conquistato anche il Napoli di Spalletti

Ecco come la start up fondata da fisici e informatici porta il calcio nel futuro e guida i club nella scelta delle tattiche di gioco e nella campagna acquisti

Se cercate il futuro del calcio, lo trovate a Paratico sulle sponde del lago d’Iseo. Lì non incontrerete però un visionario allenatore di provincia destinato a rivoluzionare il gioco più amato e conosciuto del mondo ripercorrendo le orme di Rinus Michels, Arrigo Sacchi o Pep Guardiola e nemmeno un giovanissimo e prodigioso talento che potrebbe diventare il Leo Messi o il Cristiano Ronaldo del prossimo decennio.
Troverete invece una software house fondata da tre under 30 nel 2019 con un solidissimo curriculum
scientifico e una passione comune per il calcio che oggi aiuta squadre come il Napoli di Spalletti, il Cagliari di Mazzarri o il Sassuolo di Dionisi, tecnici come Filippo Inzaghi e Roberto De Zerbi nell’analisi tecnico-tattica, nella definizione della strategia di gioco e nella campagna di scouting per individuare i campioni del futuro.

Nel 2017, Carlo Bertelli -laurea in fisica, specializzazione in finanza e master in Public policy conseguito negli Stati Uniti-, Davide Ragazzi e Nicola Bosio -entrambi ingegneri informatici- iniziano a pensare a come unire le proprie competenze alla passione per il calcio, anzi a come fondere due passioni: perché anche la tecnologia per i tre è molto più di un sapere acquisito a pieni voti nelle aule universitarie.

Così nel 2019 nasce Kama.Sport, una startup che in meno di tre anni ha moltiplicato per sette volte il
proprio valore passando da 2,5 a 21 milioni di euro e che può essere considerata un leader europeo nel
settore, tanto che lo scorso 16 novembre, nell’ambito della quarta edizione del Social Football Summit -il più importante evento internazionale dedicato a formazione e networking sul Digital Marketing nel mondo del pallone- è stata premiata tra le migliori startup innovative che abbiano ideato o realizzato attività, servizi e prototipi applicabili all’industria del calcio, arrivando seconda nell’Up Soccer NNT Data, la competition per l’innovazione del calcio.

“Abbiamo creduto fin da subito in questo progetto, lo stiamo vedendo crescere giorno dopo giorno – dichiarano i fondatori -. Il calcio deve ancora scoprire le infinite potenzialità legate all’applicazione delle tecnologie, ed è quello che vogliamo contribuire a fare attraverso le nostre conoscenze scientifiche e la passione per lo sport”.

Il cuore di Kama è una tecnologia informatica all’avanguardia capace di elaborare milioni di dati con un
livello di customizzazione finora mai raggiunto e in grado di fornire analisi tecnico-tattiche e di performance dettagliatissime.

Questi risultati si devono ad un team che ha ormai raggiunto le 22 unità, tra informatici, sviluppatori, matematici, fisici, statistici e designer, che fanno di Kama.Sport una vera e propria “data science house” che si pone come hub innovation per tutte le squadre italiane e non solo.

I software di Kama.Sport elaborano azioni di gioco, traiettorie di corsa e dei passaggi, parametri fisici,
densità nelle aree del campo e nelle fasi di gioco, indicatori fisiologici e medici e tutto quello che può essere
utile agli staff tecnici delle squadre sia per migliorare le performance fisiche e tecniche dei singoli giocatori
sia per definire le migliori tattiche, non solo per ogni singola partita, ma anche per ogni specifica fase di
gioco, nonché per rendere più efficienti le sedute di allenamento e personalizzarle sulle condizioni di ogni
singolo giocatore e implementare le skills tecniche.

È questo livello di dettaglio, personalizzazione e
flessibilità degli strumenti di analisi e elaborazione, aggiornati in tempo reale e disponibili su un’unica
piattaforma, la specificità di Kama, che la rende diversa dagli altri servizi di match analisys, ed il motivo per il quale è stata scelta come partner da alcuni tecnici della serie A, tra i quali Luciano Spalletti, allenatore del Napoli.

Per la squadra guidata da Mister Spalletti, il team di Kama.Sport ha integrato all’interno di un unico sistema tutte le tecnologie creando un set di strumenti su misura per le esigenze dello staff tecnico del Napoli: dati sulle partite e sugli allenamenti, dati performance, telecamere con visuale tattica, dati dei test fisici e atletici per migliorare e rendere massimamente efficiente il lavoro del Mister.

Una molteplicità di strumenti che si integrano e accompagnano il tecnico e il suo staff nelle attività
giornaliere: dalla gestione dell’allenamento, all’analisi del match da una pluralità di angolazioni e secondo
diversi parametri, a report ad hoc creati dai data scientist di Kama appositamente per Mister Spalletti e SSC Napoli.

“Il calcio si sta innovando. Chelsea, Manchester City, Bayern, PSG, Real – sottolinea Simone Beccaccioli, uno dei più stretti collaboratori di Spalletti – tutti si stanno muovendo verso l’utilizzo di tecnologie digital per migliorare la preparazione di allenamenti e partite.

Per rimanere competitivi ad alti livelli diventa oggi fondamentale accedere al valore del mondo dei dati. Con Kama riusciamo a farlo in modo naturale, comodo, completo e personalizzato.”

La data science di Kama.Sport non trova applicazione solo nella gestione tecnico tattica e nell’analisi delle
partite e degli allenamenti ma supporta le squadre anche nell’attività di scouting, nella quale se è vero che
la sensibilità, l’esperienza e l’occhio umano giocano un ruolo rilevante è altrettanto vero che la tecnologia e
gli strumenti di analisi dei dati costituiscono uno strumento ormai irrinunciabile.

La piattaforma di
Kama.Sport rende possibile selezionare caratteristiche, tecniche, tattiche, di performance e anagrafiche dei
migliori talenti che giocano in oltre 70 competizioni internazionali accompagnate da analisi video. Anche in questo caso Luciano Spalletti e il suo staff hanno scelto Kama per supportare la fase di ricerca e analisi dei possibili nuovi acquisti del Napoli.

Ettore Pareti