Sports Insigne e il calciomercato ai tempi del Covid

Insigne e il calciomercato ai tempi del Covid

Il calciomercato è fatto di tanti paradossi, uno dei quali riguarda uno dei migliori se non il miglior giocatore italiano in questo momento: Lorenzo Insigne, capitano e simbolo del Napoli ma soprattutto numero 10 della nostra nazionale. Uno degli ultimi fantasisti rimasti in circolazione.

Insigne è in scadenza nel 2022 e vorrebbe chiudere la carriera a Napoli, ma De Laurentiis – complice lo stato di crisi che attanaglia tutti i club – ha offerto un rinnovo fino al 2025 con ingaggio decurtato del 30%. Dagli attuali 4,5 milioni annui a 3 milioni netti. Difficile trovare un accordo su queste basi, visto che Insigne ne chiede 5 e con un bonus stile Mertens alla firma di 2,5 milioni. ADL gioca al ribasso sapendo che nessuna offerta ufficiale è pervenuta al Napoli per il suo capitano che però esige un trattamento economico da top player per diventare il più pagato della rosa dopo Koulibaly (in partenza). Insomma, il rischio è che la situazione si paralizzi.

Il Napoli deve fare attenzione, ma pure Lorenzo il Magnifico visto che il giro d’Europa del suo agente Pisacane non ha prodotto offerte. Anzi, Milan e Inter hanno risposto picche quando il manager del numero 24 azzurro ha provato a sondare il terreno. In tempo di crisi anche rinnovare il contratto a un big può diventare un problema. E il caso di Insigne dev’essere un monito per tanti calciatori: guai a tirare troppo la corda, altrimenti c’è il rischio di restare col cerino in mano…

(Foto: Dazn)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Marcell Jacobs guadagnerà come un calciatore (anche grazie a Fedez)

Marcell Jacobs guadagnerà tanto dopo la medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Solo la medaglia potrebbe valere fino a 5 milioni di euro.

Olimpiadi di Tokyo, tutti gli atleti lombardi saliti (fino ad ora) sul podio

Le Olimpiadi di Tokyo 2021 hanno registrato sul podio diversi atleti lombardi dalla spedizione azzurra. Un dato curioso e statistico che rimarrà negli annali sportivi.

Gregorio Paltrinieri, quando gareggia nei 10 km a Tokyo

Quando gareggia Gregorio Paltrinieri nei 10 km di fondo a Tokyo? Mercoledì 4 luglio alle ore 23:30 italiane, nelle dell'Odaiba Marine Park.

Ciclismo su pista, Italia in finale per l’oro (con record del mondo)

Ciclismo su pista, nell'inseguimento a squadre l'Italia si gioca l'oro. Contro la Nuova Zelanda la squadra stampa il nuovo record del mondo

Chi sono Ruggero Tita e Carolina Banti, oro nella vela categoria Nacra 17

Chi sono Ruggero Tita e Caterina Banti, i nuovi campioni olimpici della vela nella categoria Nacra 17. I due si sono incontrati nel 2016.