Sports Handanovic è davvero un intoccabile?

Handanovic è davvero un intoccabile?

Ci sono cose in Italia davvero “intoccabili”. Non si può offendere la mamma, non si può mettere il parmigiano sugli spaghetti con le vongole, non si possono indossare le calze bianche con i mocassini marroni. Ma da qualche tempo se n’è aggiunta un’altra, sportiva: non si può toccare Samir Handanovic. Il Capitano e portiere dell’Inter sta disputando una stagione imbarazzante culminata con il pasticcio nelle gara di andata di Coppa Italia che costerà probabilmente l’eliminazione ai nerazzurri.

Un patatrac che in realtà è solo l’ultimo errore di una stagione infarcita di mancanze di ogni tipo. Tolta la prestazione contro il Napoli dove davvero ha salvato il risultato per il resto i tifosi nerazzurri non ricordano una parata che sia una. Ogni tiro destinato verso lo specchio della porta è un gol sicuro: Atalanta, Lazio, Roma, Sampdoria, tutti tiri non impossibili finiti in rete. Ma nessuno ufficialmente, anche sui giornali, ne parla. Un vero e proprio tabù.

Sui social, dove invece c’è molta più libertà, ormai il tam-tam dei tifosi nerazzurri è molto chiaro: Handanovic out. Anche perché, e questo è un altro storico limite dell’estremo difensore nerazzurro, sulle palle alte non esce mai togliendo sicurezza a tutto il reparto. Facile il raffronto con il vicino di casa, quel Donnarumma autentico uomo in più dei rossoneri. Insomma, i tifosi non lo sopportano e anche ad Appiano starebbero cominciando a farsi delle domande. Dubbi che porterebbero magari nella prossima stagione ad un vero capovolgimento di fronte. Fino a ieri l’Inter ha cercato un secondo portiere; forse da domani dovrà cercarsi il titolare, con il secondo già pronto, in casa. Handanovic come Buffon, eminenza grigia in spogliatoio ed in panchina.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Quanto costano i calciatori al minuto: Dimarco e Young

Federico Dimarco (Verona) e Ashley Young (Inter), tra ingaggio e tempo giocato: quando costano al minuto questi calciatori?

Olimpia Milano, più che un trionfo è il minimo sindacale

Tutti pazzi per l'Olimpia Milano, tornata alle Final Four di Eurolega dopo 29 anni. Ma attenzione a festeggiare per il "trionfo"

I 50 mila del calcio femminile

Nessuno conferma e nessuno al momento parla di cifre ufficiali, ma tra gli addetti ai lavori girano cifre che sanno tanto di reale...

Juventus verso la rifondazione, tra addii e nuovi arrivi. Rumors

La Juventus è diventata una polveriera: tutti contro tutti all'insegna del si salvi chi può. Ecco chi si prepara all'addio e chi è arriva...