Caressa sui social e Di Marzio sulla carta stampata, la nuova vita dei giornalisti sportivi televisivi

Le nuove vite dei volti più famosi dello sport in tv: Caressa scopre i social, Di Marzio scrive sul "Corriere della Sera"

C’è una nuova frontiera nel mondo dei giornalisti sportivi televisivi, quella di allargare i propri orizzonti professionali su altre piattaforme per ampliare potere e aumentare al tempo stesso i guadagni. Due i casi sui cui andremo a porre l’accento: due situazioni diametralmente opposte tra loro. Insomma, le classiche due facce della stessa medaglia. Partiamo da Fabio Caressa, storico telecronista e volto di punta di Sky. Uno di quelli che, almeno fino al 2021, era “un volto, una TV”. Impossibile vederlo altrove, al massimo lo si poteva ascoltare il Sabato mattina a Radio Deejay con Ivan Zazzaroni. Uno, il Caressa, che si è sempre tenuto a debita distanza dai social. Quasi inorridito da ciò che accadeva su Facebook, Twitter e Instagram.

Il clamoroso cambio di rotta di Caresa sui social network

E così è stato fino al 12 luglio 2021. All’indomani del trionfo azzurro a Euro 2020 “The Voice” ha clamorosamente cambiato rotta, sbarcando in contemporanea su Instagram e YouTube. Una apparizione dietro l’altra tanto da far nascere format quotidiani. Naturalmente iper cliccati. Nulla di male neppure l’approdo caressiano su Tik Tok e le varie comparsate su Twitch. Insomma, un Caressa multiforme sui social. Come mai questo cambiamento? Con i social oggi si è protagonisti e si monetizza, inutile far finta del contrario. E uno con le potenzialità e il nome dell’ex direttore di Sky Sport 24 era normale che se ne accorgesse. Piuttosto era strano il contrario e la miopia del buon Fabio in tutti questi anni. Ma non è mai troppo tardi. Così come non è troppo tardi dopo una vita in tv per far capolino su un importante quotidiano nazionale per Gianluca Di Marzio.

E Gianluca Di Marzio sbarca sul Corriere della Sera

Uno dei volti più celebri di Sky Sport, eppure lontanissimo dalla carta stampata. Da qualche giorno collabora con pezzi di mercato (per ora freddi focus senza notizie…) sul Corriere della Sera. Da tempo – raccontano i bene informati dalle parti di Santa Giulia – il Di Ma desiderava mettere la sua firma su un giornale. Galeotto è stato il feeling con il patron del Torino Urbano Cairo che gli ha affidato una collana di libri sportivi e poi l’ha indirizzato verso via Solferino. Meglio il Corriere della Gazzetta dove le prime firme sono state e c’è da battaglie ogni giorno per strappare un pezzo da scrivere. La curiosità ora sarà la seguente: Di Marzio si terrà la bomba di mercato per il CorSera? Difficile se non impossibile. Continuerà a lanciarle alle 23 su Sky e al giornale regalerà retroscena vedi il pezzo di debutto su Leao. Roba trita e ritrita con tanto di buco preso sulla clausola rescissoria del portoghese da 150 milioni presente invece su Gazzetta e Corriere dello Sport. Non benissimo come prima volta. D’altronde in TV e sul web puoi alimentare a gittata continua notizie, retroscena e indiscrezioni. Sulla carta stampata (molte pagine vengono chiuse intorno alle 21.30) non si può rimettere mano o correggere il giro minuto dopo minuto. Col rischio di incorrere in spiacevoli e fastidiosi buchi…