Sports Caro Belotti, non firmare con il Torino...

Caro Belotti, non firmare con il Torino…

Mi spiego.
So che il Presidente del Torino, Urbano Cairo, ti sta proponendo di sottoscrivere un prolungamento del contratto che ti lega ai granata fino alla fine della stagione 2021-2022. Bene, stai molto attento perché si tratta di una trappola. Il gioco, il tranello, è fin troppo chiaro: lui ti chiede un ultimo gesto di fede, di attaccamento al color granata: “Firma, così ti posso vendere al prezzo più alto e con quesi soldi provare a fare una grande squadra”. Ecco, tutto questo in realtà non accadrà mai. Perché quei 40 milioni che oggi Cairo vorrebbe (minimo) per la tua liberazione e cessione ad una grande squadra non arriveranno mai, soprattutto dall’Italia dove il Covid ha ridotto all’osso i bilanci di tutti.

Firmando quindi il rinnovo di fatto ti legheresti a vita al Toro. Per carità, niente di tragico; le bandiere nello sport sono sempre gradite ed apprezzate.
Ma siamo certi che la cosa, con il massimo rispetto, ormai ti stia stretta e che anche tu voglia a provare a vedere l’effetto che fa di giocare in e per una grande squadra, provare a giocare una volta per vincere! Quindi, caro Gallo, non firmare. Vedrai che l’estate prossima ad un prezzo più ragionevole (dato che sei vicino alla scadenza del tuo contratto) ci sarà chi busserà alla porta di Cairo. In alternativa ti toccherà aspettare un anno e mezzo prima di liberarti a parametro zero pronto a strappare un contratto con ingaggio multimilionario. Non firmare, Gallo, regalati un sogno… Per il Toro hai già fatto tanto, tantissimo da anni, da sempre e nessuno potrà mai accusato di tradimento. Ma adesso è arrivato il momento giusto per salutarsi. Ascoltami Gallo, fidati di me… Con affetto e sincerità,
La Tua Coscienza


(Foto: Facebook)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Coca Cola, a Cristiano Ronaldo non piace e la oscura. Ma l’episodio è grave (non da ridere)

Il gesto di Cristiano Ronaldo di nascondere la Coca Cola, uno dei partner ufficiali della Uefa, è grave e illegittimo

Tutti i nuovi social network a cui iscriversi

Da Poparazzi a NewNew passando per BeReal

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Coca Cola, a Cristiano Ronaldo non piace e la oscura. Ma l’episodio è grave (non da ridere)

Il gesto di Cristiano Ronaldo di nascondere la Coca Cola, uno dei partner ufficiali della Uefa, è grave e illegittimo

Inter e Giorgio Armani, quella voglia (smentita) del re della moda in nerazzurro

Giorgio Armani all’Inter per ripetere quanto fatto con l’Olimpia del basket? Una voce che gira a Milano e c'è chi ci spera...

Europei 2021 Wags italiane: chi sono le mogli e le fidanzate dei calciatori azzurri

Sono cominciati da venerdì 11 giugno gli Europei 2021 e l’attenzione è stata tutta concentrata sui primi incontro in campo, sul calendario...

Maurizio Costanzo alla Roma come nuovo capo comunicazione: primo calcio con il piede sbagliato

Maurizio Costanzo nuovo capo della comunicazione della Roma targata Josè Mourinho: che sorpresa (per lo staff giallorosso)

Superlega, dopo lo stop alla Uefa che cosa fanno i club pentiti?

Ufficialmente sono fuori dal progetto della Superlega, vincolati dal patto siglato con la Uefa per limitare le sanzioni a una piccola multa. Ma Milan, Inter e le altre fuoriuscite...