Sports Altro che promozione, il Monza di Berlusconi e Galliani arranca in B

Altro che promozione, il Monza di Berlusconi e Galliani arranca in B

La caducità del tempo non si può arrestare. Iniziano a comprenderlo anche Silvio Berlusconi e Adriano Galliani dopo le ultime scoppole incassate in Serie B. Il Monza invece di dominare il campionato (ha speso 30 milioni per centrare il salto in Serie A) è quinto in classifica. E come se non bastasse contro le ultime della classifica ha fatto due miseri punticini nelle ultime tre giornate. Passaggi a vuoto decisamente preoccupanti.

Grandi campioni in Serie B

La collezione di figurine del Condor non ha dato, infatti, gli esiti sperati: Boateng dopo un buon girone d’andata si è inceppato, mentre Mario Balotelli è ormai la pallida controfigura del talento che fu. Anche in B l’ex Inter e Milan stenta e finora ha passato più tempo out che a gonfiare la rete. Se a ciò si aggiunge che il colpo di gennaio Diaw (pagato 3 milioni al Pordenone) è ancora a secco di gol, la crisi offensiva dei brianzoli è soltanto una normale conseguenza. Per la gioia di Empoli e Lecce lanciate verso la A con gli acuti di Mancuso, Lamantia, Coda e Rodriguez. Nomi non da copertina ma tremendamente efficaci sotto porta.

Il conto diventa ancor più salato in casa biancorossa se si pensa che l’alfiere dei leccesi, Coda, era stato vicino al Monza prima di essere scartato per nomi più glamour. Come i due stranieri Maric e Gytkjaer che sono apparsi tutt’altro che letali. Appena 8 gol in due. Il 35% di quelli segnati dal solo Coda (21 reti). Meno della metà di quelli dell’empolese Mancuso (17).

La promozione mancata

Insomma, appare lampante che in B si vinca conoscendo la categoria e con giocatori abituati a fare la differenza a queste latitudini. Berlusconi e Galliani farebbero bene a imparare la lezione. Anche perché il rischio che tra un mese e mezzo il Monza rimanga inchiodato alla cadetteria è reale. Decisamente. I play-off sono un terno al lotto e tutt’altro scontato che a vincerli sia la squadra di Brocchi.

Un flop va messo in cantiere e viste le ultime prestazioni non sarebbe neppure una sorpresa. Sono lontani i tempi del grande Milan targato Berlusconi-Galliani. Il presente monzese è avaro di soddisfazioni e all’insegna di troppi passi falsi. Che il magico duo abbia iniziato a perdere colpi?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Ristoranti con dehors? Zona rossa o zona bianca, è beffa per i commercianti di Milano: ora non si trovano i materiali

Gazebo, teli e materie prime sono introvabili. Gli imprenditori: "Attendo da 2 mesi". Così la decisione è diventata un boomerang

Sentenza Tar Report, ecco le carte che fanno infuriare Sigfrido Ranucci. Scarica

Il Tar Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti all'avvocato Andrea Mascetti. Scarica la sentenza che fa infuriare Sigfrido Ranucci

Terrorismo islamico, che fine ha fatto? “Tagli alla Difesa per investimenti in Sanità, è a rischio la sicurezza”

Terrorismo in Italia, quanti soldi investe lo Stato per contrastare la minaccia terroristica? Sempre di meno

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Christian Eriksen, miracolo a metà: i medici gli hanno salvato la vita (ma il futuro è lontano dal calcio)

Grazie alla grande professionalità dei medici, Christian Eriksen sta bene. Ma il suo futuro sarà lontano dai campi da calcio

Sport in tv (non solo calcio): dalla Rai ad Eurosport, promossi & bocciati

Giugno è tempo di bilanci per la televisione. I principali palinsesti si travestono d'estate dandoci la possibilità di riflettere su quello...

Bobo Tv, chi ti sopporta più… Che nostalgia della freschezza Vieri-Cassano a Tiki Taka

Vieri e Cassano avevano portato a Tiki Taka anni fa una bella ventata di freschezza. Ma con Bobo Tv ecco che si è finiti per esagerare

Mercato Inter, è stallo: chi si compra (forse) Achraf Hakimi e Lautaro Martinez

Mercato dell'Inter al palo. I due indiziati come possibili partenti restano Achraf Hakimi e Lautaro Martinez. Ma le offerte sono ferme...

Diletta Leotta, cinepanettone con Christian De Sica e Alessandro Siani. Ma sul futuro tv resta il mistero

In attesa di scoprire quale sarà il suo futuro televisivo-calcistico Diletta Leotta è sul set del cinepanettone di Christian De Sica e...