True Data: alleanza Pd-M5S incompatibile per quasi 1 italiano su 2

True Data di questa settimana ha sondato il parere degli italiani sulle alleanze in vista delle prossime elezioni politiche

Tempo di alleanze e comizi sotto l’ombrellone. La legge elettorale mista proporzionale-uninominale spinge i partiti a cercare sponde e alleanze. Se il centrodestra sembra approdare sulla stessa spiaggia a gestione invertita; il campo largo del centrosinistra sembra annaspare in “mare aperto”. Letta ha parlato di “rottura irreversibile”, Conte non ha escluso “un dialogo in futuro”. E anche gli italiani non sembrano convinti dell’alleanza che aveva dato al secondo governo Conte.

Alleanza incompatibile ed esito scontato

A mettere però una pietra tombale su una possibile alleanza elettorale tra Pd e Movimento 5 Stelle è quasi un italiano su due. Secondo il sondaggio settimanale realizzato da Termometro Politico tra il 26 e il 28 luglio, il 34,3% esclude un’alleanza tra i due partiti perché le loro agende politiche sono incompatibili viste anche le diversità di vedute sul governo Draghi; mentre un ulteriore 14,2% ritiene che i dem abbiano più punti in comune con il centro liberale che con i pentastellati.

Appena il 14,2% scommette ancora su un’alleanza tra Pd e M5S; mentre un terzo degli intervistati dichiara di non essere interessato alla questione.

Per oltre otto italiani su dieci l’esito delle prossime elezioni è scontato. A vincere sarà il centrodestra. Per il 44,3% avrà la maggioranza assoluta dei seggi e farà il nuovo governo mentre per il 36,9% avrà più seggi ma non la maggioranza assoluta. La possibile vittoria del centrosinistra e alleati? Ci crede solo il 7,6% degli intervistati.

Il Movimento è più a sinistra del Pd

l Movimento Cinque Stelle? Risulta più a sinistra del Pd. E a dirlo sono gli stessi elettori sentiti da Termometro Politico. Per i quali il Pd ha maggiori punti in comune con il centro liberale di Calenda e Renzi che con i pentastellati.

La mutazione dei pentastellati li ha posizionati a sinistra del Pd da tempo. La difesa del salario minimo e del reddito di cittadinanza; l’ambientalismo, la vocazione sociale hanno prevalso durante la leadership Conte su ogni altro tema di bandiera.

E su qualsiasi vocazione populista. Si può definire il Movimento Cinque Stelle a sinistra del Pd ma non veramente di Sinistra. Mancandogli un riferimento ideologico tale (e la scarsa lucidità nel non aggregare ecologisti e radicali lo conferma). Mentre il Pd continua la traiettoria che lo ha portato a essere esponente del progressismo neoliberista nel nostro Paese dalla sua nascita nel 2007 ad oggi.

True Data

True Data è il nuovo approfondimento settimanale di True News, in collaborazione con Termometro Politico, Osservatorio Globalizzazione e The Pitch.

Ogni settimana partiremo da una tematica di attualità nel nostro paese. Lo approfondiremo a livello demoscopico – con un sondaggio realizzato ad hoc – e a livello internazionale – con i dossier dei nostri analisti.
Vi aspettiamo ogni venerdì, con il sondaggio di Termometro Politico, l’analisi di Osservatorio Globalizzazione e i contenuti multimediali di The Pitch, coordinato dalla rete di True News.