Live

Titoli di studio dei politici italiani: quali sono?

Quali sono i titoli di studio dei politici italiani? Da Matteo Salvini a Carlo Calenda, passando per i premier Mario Draghi e Giuseppe Conte.

L’Italia è un Paese nel quale l’appellativo di “dottò” non si nega a nessuno. Cerchiamo però di capire, curriculum alla mano, quali sono i titoli di studio dei politici italiani. Come sappiamo per essere membro del Parlamento e del Governo la laurea non è un obbligo, ma è quantomeno opportuna. Se ci confrontiamo con gli altri Paesi UE, l’Italia, ancora una volta è agli ultimi posti in merito alla scolarizzazione dei suoi rappresentanti politici, specialmente tra deputati e senatori.

Mario Draghi superstar, bene Giuseppe Conte

Mario Draghi

Mario Draghi è probabilmente, tra i leader mondiali, quello con il curriculum studiorum più prestigioso. Dopo aver frequentato la scuola dei gesuiti a Roma – aveva tra i suoi compagni Luca Cordero di Montezemolo e Giancarlo Magalli – ha percorso una carriera universitaria rapida e brillante: dopo il titolo di dottore di ricerca conseguito al MIT di Boston nel ‘76 con il premio nobel Franco Modigliani e dell’economista Robert Solow, Draghi ha insegnato dal ‘75 al ‘78 presso le Università di Trento, Padova e Venezia e poi a Firenze dove per dieci anni ha ricoperto l’incarico di professore ordinario di Economia e Politica Monetaria.

Giuseppe Conte

Curriculum di tutto rispetto anche per l’ex premier Giuseppe Conte che si è diplomato al liceo classico Pietro Giannone a San Marco in Lamis con 60/60, per poi laurearsi in Giurisprudenza a “La Sapienza” di Roma con il massimo dei voti cum laude. Dopo un periodo da ricercatore, è poi diventato professore universitario di Diritto Privato.

Titoli di studio dei politici italiani di Centrodestra

Giorgia Meloni

La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si è diplomata invece al liceo linguistico con votazione 60/60, ed è giornalista professionista dal 2006. Non ha mai fatto mistero di non essere laureata e per mantenersi ha fatto da baby sitter alla figlia di Rosario Fiorello.

Matteo Salvini

L’ex vicepremier Matteo Salvini dopo il diploma al liceo Manzoni di Milano con la votazione di 48/60, ha frequentato per qualche anno l’Università Statale di Milano prima nel corso di Scienze Politiche e poi di Storia. Non ha mai portato a casa il titolo di laurea, seguendo le orme del Senatur Umberto Bossi.

Silvio Berlusconi

Il Presidentissimo Silvio Berlusconi, dopo la maturità classica dai salesiani di via Copernico a Milano si è laureato cum laude alla Statale di Milano in Legge con una tesi sugli “Aspetti giuridici del contratto pubblicitario”. Con questa tesi vinse una borsa di studio di cinquecentomila lire messa in palio dalla Manzoni concessionaria.

Titoli di studio dei politici italiani di Centrosinistra

Enrico Letta

Il segretario del PD Enrico Letta invece ha frequentato la scuola dell’obbligo a Strasburgo e si è laureato in Diritto internazionale all’Università di Pisa. Sempre a Pisa ha conseguito il dottorato di ricerca in Diritto delle comunità europee alla Scuola Superiore “S. Anna” per poi diventare a soli 25 anni presidente dei Giovani del Partito Popolare europeo.

Matteo Renzi

Il suo nemico di sempre Matteo Renzi, invece, dopo la maturità classica al liceo “Dante” di Firenze conseguita con il massimo dei voti, si è laureato sempre nel capoluogo toscano in Giurisprudenza con la tesi “Firenze 1951-1956: la prima esperienza di Giorgio La Pira Sindaco di Firenze” con la votazione di 109/110. “Per questo 109 alla laurea – disse al mitico Pif in un’intervista – rosico ancora”.

Carlo Calenda

Carlo Calenda, candidato sindaco della Capitale, si è diplomato, non senza problemi – come da lui raccontato – al Liceo Mamiani di Roma. Vanta poi una laurea in Giurisprudenza a “La Sapienza” sempre a Roma.

Titoli di studio dei politici del Movimento cinque stelle

Luigi Di Maio

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo il diploma al liceo classico Vittorio Imbriani con votazione di 100/100 si è iscritto all’Università Federico II di Napoli, prima a Ingegneria e poi a Giurisprudenza, ma come altri numerosi leader, non ha terminato gli studi.

Alessandro Di Battista

Il suo ex compagno di battaglie Alessandro Di Battista – ora in cerca di una dimensione politica – si è invece diplomato al Liceo Scientifico Statale “Farnesina” di Roma con votazione di 46/60 per poi laurearsi cum laude in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo presso l’Università degli Studi Roma Tre e seguire un Master di secondo livello in Tutela internazionale dei diritti umani.

Roberto Fico

L’esponente della sinistra dei 5S e Presidente della Camera Roberto Fico dopo essersi diplomato al Liceo classico Umberto I di Napoli con la votazione di 40/60, ha proseguito gli studi a Trieste dove si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi con una tesi incentrata sull’ identità sociale e linguistica della musica neomelodica napoletana.

Danilo Toninelli

Il collezionista di gaffe ed ex ministro Danilo Toninelli si è invece diplomato al liceo scientifico “Pascal” di Manerbio, per poi laurearsi in Legge a Brescia.

Rocco Casalino

Il portavoce dell’ex premier Rocco Casalino, famoso per la partecipazione al Grande Fratello, dopo il diploma all’Istituto tecnico sperimentale di Informatica si è laureato in Ingegneria elettronica all’Università di Bologna. Nel 2018 scoppiò un giallo intorno al suo Cv, per aver inserito un master alla Shenandoah University, in Virginia, negli Usa, che in realtà non ha mai frequentato. Gli uffici di quell’università hanno confermato di non avere traccia di uno studente con quel nome.