Claudio Marchisio sindaco di Torino?

Potrebbe essere l'ex juventino la sorpresa della politica torinese? Parte del centrosinistra già frena sull'ipotesi

Claudio Marchisio candidato sindaco per Torino? Il rumors irrompe nella politica torinese e, come un boomerang, scompiglia un centrosinistra già in affanno. Tutto parte da alcune parole del campione, riprese dal quotidiano La Stampa, che istillano dubbi sulle sue future intenzioni. “Se ci fosse bisogno per il territorio del sottoscritto sarei il primo ad esserci”, ha infatti dichiarato l’ex juventino. Se alle dichiarazioni seguiranno i fatti è da vedere, ma la sua figura potrebbe essere la vera sorpresa sotto la Mole.

Non è un segreto che l’ex bianconero, nato e cresciuto a Torino, abbia seguito con grande interesse l’evolversi del dossier Atp Finals. Ma nessuno fino a ieri, probabilmente, pensava ad un suo ingresso in politica. E se alcuni torinesi potrebbero guardare a lui con interesse, così non è da parte di molti politici. Il segretario provinciale del Pd Mimmo Carretta, per citarne uno, già frena su una ipotesi di questo tipo. Così come non sarà felice Stefano Lo Russo, capogruppo del Pd in Sala Rossa, già in pista per la poltrona di sindaco (tanto da aver ricevuto, recentemente, un endorsement da due liste civiche). “A Torino in questo momento servono investimenti, fiducia e tenere sul territorio le tante idee che nascono qui”, ha poi aggiunto l’ex atleta. Parole non proprio così neutre, che fanno pensare che forse l’ex bianconero alla politica ci stia pensando sul serio.