Politics Il grande rim(pasto) di Natale. Chi entra e chi esce in Regione

Il grande rim(pasto) di Natale. Chi entra e chi esce in Regione

Sarà grande il (rim)pasto di Natale. Una grande abbuffata di nervosismo, rumors, inside. Regione Lombardia è a un passo da un cambio profondo. Non sarà il primo dicembre, con la mozione di sfiducia a Giulio Gallera. Salvini ha “blindato” i consiglieri: nessuno si deve permettere di votare contro al titolare dell’assessorato al Welfare. Ma, complici le tensioni tra Forza Italia e Lega a livello nazionale, ormai pare certo che prima di Natale ci sarà un rimpasto più ampio, con discussione delle varie deleghe. Secondo informazioni raccolte da fonti qualificate nel mirino del Carroccio ci sarebbero le competenze legate all’economia, e dunque non solo Giulio Gallera, ma anche e soprattutto Alessandro Mattinzoli. Il problema è che Mattinzoli è stato portato e sponsorizzato da Mariastella Gelmini, e dunque questo è uno scoglio non da poco. Tuttavia la Lega è determinata a gestire il rilancio dell’epoca post Covid. Altro nome che rischia è quello di Melania Rizzoli, che tuttavia potrebbe avere alcune deleghe tagliate (si pensa, ad esempio, a “occupazione e crisi aziendali” e alla delega al “lavoro”). Il Turismo, oggi in capo a Lara Magoni, potrebbe finire nel superassessorato allo Sviluppo Economico, e la Magoni potrebbe avere la moda e il design, e magari un incarico direttamente dalla presidenza. Stesso discorso per Martina Cambiaghi, la cui parte “sportiva” andrebbe riaccorpata con l’assessorato di Antonio Rossi, che nel frattempo potrebbe “ascendere” al ruolo assessorile. Idem per Silvia Piani, che potrebbe vedersi levare la delega al “welfare aziendale”. Esiste ovviamente il tema delle donne: se nel mirino ci sono Piani, Cambiaghi e Rizzoli, bisogna preparare un subentro di altre tre donne. I nomi che girano sono quelli di Simona Bordonali, oggi in parlamento, l’ex ministro Alessandra Locatelli e Francesca Brianza.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

Green pass: come ottenerlo e quando, in quali occasioni è obbligatorio – LA GUIDA

I vacanzieri italiani stanno scaldando i motori. C’è chi è già in villeggiatura, ma molti si stanno preparando per godersi quest’estate, dopo...

Bonus vacanze 2021 aggiornamento: come, quando e dove usarlo

Tempo di vacanze, esodi di massa? Quasi: 41 milioni di italiani si concederanno un periodo di ferie lontano da casa, ben 11...

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

M5S fallito? La dimostrazione sono Raggi e Appendino

C'è un qualche contrappasso del destino nel fatto che proprio quelli che dovevano rinnovare tutto, alla fine sono sempre gli stessi. Il...

Giuseppe Conte, quella corrispondenza d’amorosi sensi con Alessandro Di Battista

Giuseppe Conte vuole coinvolgere Alessandro Di Battista. E per farlo sta inviando all'ex deputato diversi segnali...

Scalo Romana a Milano, l’architetto Paolo Mazzoleni sarà consulente del Masterplan vincitore

Ci sarà anche Paolo Mazzoleni nella “partita olimpica” per la trasformazione dello scalo ferroviario di Porta Romana

Beppe Grillo sul blog e Massimo D’Alema imbarazzano il Premier Mario Draghi

Le uscite di Beppe Grillo e Massimo D'Alema pro Cina disturbano il premier Mario Draghi, che punta sull'asse filo-atlantico