Elezioni politiche 2022: cosa succede ora e cosa farà Sergio Mattarella

Elezioni politiche 2022: cosa succede e cosa farà il presidente della Repubblica dopo la fine dello spoglio.

Elezioni politiche 2022: cosa succede e cosa farà Sergio Mattarella. Tutto è previsto dalla Costituzioni passo dopo passo. Il primo atto ufficiale non sarà a breve ma i gruppi parlamentari inizieranno a prendere familiarità con il Parlamento.

Elezioni politiche 2022: cosa succede

Da lunedì 26 settembre 2022 partirà il nuovo corso della vita politica italiana in Parlamento che si riunirà il 13 ottobre quindi non ci sarà un insediamento immediato. I primi passi ufficiale saranno le elezioni dei presidenti della Camera e del Senato, per poi successivamente dare vita al nuovo governo.

Cosa farà Sergio Mattarella

Dopo il completamento delle procedure parlamentari, il presidente della Repubblica avvia le consultazioni del nuovo governo nello studio alla Vetrata. Sergio Mattarella chiamerà il premier indicato dai gruppi parlamentari per conferirgli l’incarico che viene accettato con riserva. Prima di tornare in Parlamento per capire se si ha la maggioranza per formare il nuovo governo, viene presentato al presidente della Repubblica la lista della squadra di governo possibile.

Quindi, il nuovo premier si presenta a Camera e Senato per verificare la fiducia del Parlamento. Questo passaggio è così regolamentato dall’articolo 94 della Costituzione: «Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere. […] La mozione di sfiducia deve essere firmata da almeno un decimo dei componenti della Camera e non può essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione».

 

LEGGI ANCHE: 

Chi sono i candidati alle elezioni politiche 2022

Quanti voti ci vogliono per vincere le elezioni politiche

Quando si saprà chi ha vinto le elezioni politiche 2022