Live

Il centrodestra milanese deve ripartire dalle primarie delle idee

"A Milano serve il confronto con le persone che aspettano da troppi anni risposte che non arrivano". Contro la sfiducia nella politica.

Con lo slittamento delle elezioni comunali al prossimo autunno e per uscire dall’impasse sul nome del candidato sindaco del centrodestra, come avevo già proposto dopo le elezioni referendarie del 2020, lanciamo le primarie delle idee. Ritengo che sia il modo per iniziare una campagna elettorale che tarda a decollare. Con Sala che è già sceso in campo, la nostra coalizione ha il dovere di raccontare ai milanesi la nostra visione di città. E le primarie possono essere lo strumento utile per lasciare al futuro candidato un programma elettorale che parta dal basso.

Il centrosinistra lascia una Milano sfiancata dalla crisi economica, oltre che sociale, senza aver saputo porre rimedio alle tante serrande che si abbassano, a livelli di smog a cui le centinaia di km di piste ciclabili non hanno saputo porre rimedio, a un caro affitti per cui non c’è stato un cambio di tendenza nemmeno dopo la pandemia e nonostante le persone scappino dalla città. Milano è immobile da 10 anni e non si vedono all’orizzonte piani di crescita e sviluppo.

Anzi, su certi macro progetti come il nuovo stadio, il Pirellino, la grande opportunità del superbonus, la rigenerazione degli edifici dismessi, il recovery plan e la riqualificazione dei quartieri di edilizia popolare, la sinistra meneghina litiga, si nasconde o brancola nel buio. Lasciamo che siano gli elettori a scegliere chi dovrà sfidare il sindaco uscente sulla base della visione di città che i singoli candidati hanno in mente.

A Milano serve il confronto con le persone che aspettano da troppi anni risposte che non arrivano. Sfiduciati dalla politica, i milanesi non vanno nemmeno più a votare. Sono proprio quegli elettori che devono essere ascoltati e capiti. Abbiamo il tempo necessario per iniziare un percorso delle idee per raccontare la nostra visione di città.

Partendo dell’esperimento di Bari, ho elaborato un regolamento che metto a disposizione della coalizione. Non perdiamo più tempo, ma lasciamo che sia il nostro elettorato a scegliere il candidato che vinca grazie all’entusiasmo di chi ha voglia di far tornare ad eccellere la nostra città dopo anni crepuscolari del centrosinistra che ha fatto piombare Milano nell’oblio.

Alessandro De Chirico
Consigliere Comunale
Forza Italia Milano