Politics Comunali Milano, Pierfrancesco Maran e la velleità delle larghe intese con Beppe...

Comunali Milano, Pierfrancesco Maran e la velleità delle larghe intese con Beppe Sala, Forza Italia e M5S

Pierfrancesco Maran, assessore uscente della giunta Sala, “regista” della nuova Milano che nelle ceneri del Covid cerca una rinascita urbanistica, ha “seguito” la provocazione di Albertini per una politica delle larghe intese sul modello Draghi anche per le elezioni comunali a Milano. Il problema è che non è solo una operazione velleitaria (il che in un momento di scarsità di idee potrebbe anche essere un bene), ma irrealizzabile per mancanza di intelligenza collettiva.

Comunali Milano, la velleità di Pierfrancesco Maran per le larghe intese

Come si può pensare che il Movimento 5 Stelle possa fare larghe intese? O meglio: le farà talmente larghe che una parte del Movimento 5 Stelle andrà con Beppe Sala, e una parte invece con la sinistra radicale. Come si può pensare che Forza Italia possa fare larghe intese? O meglio: una parte di Forza Italia apprezza già Beppe Sala e lo sosterrà, anche senza dirlo. L’altra parte invece andrà con la Lega di Salvini. E quindi?

Pierfrancesco Maran e la missione larghe intese (un po’ carbonare) per le comunali di Milano

Quindi le larghe intese ci sono già. Il problema è che non c’è nessuna elaborazione politica alla base. Sono intese elettorali un po’ carbonare, figlie di piccole scissioni e di piccoli cabotaggi. Roba che pure la prima repubblica, avvezza a tali pratiche, avrebbe giudicato inezie. Non c’è neppure una piattaforma programmatica intorno alla quale aggregare. E chi propone le larghe intese, Pierfrancesco Maran, uomo di indiscussa intelligenza, a cui però la sinistra ha appena chiuso le porte in faccia, deve ancora capire se tornerà a fare l’assessore o se si accomoderà su uno strapuntino del consiglio dopo dieci anni da assessore con le partite più importanti e delicate da gestire.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Ristoranti con dehors? Zona rossa o zona bianca, è beffa per i commercianti di Milano: ora non si trovano i materiali

Gazebo, teli e materie prime sono introvabili. Gli imprenditori: "Attendo da 2 mesi". Così la decisione è diventata un boomerang

Sentenza Tar Report, ecco le carte che fanno infuriare Sigfrido Ranucci. Scarica

Il Tar Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti all'avvocato Andrea Mascetti. Scarica la sentenza che fa infuriare Sigfrido Ranucci

Terrorismo islamico, che fine ha fatto? “Tagli alla Difesa per investimenti in Sanità, è a rischio la sicurezza”

Terrorismo in Italia, quanti soldi investe lo Stato per contrastare la minaccia terroristica? Sempre di meno

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Sentenza Tar Report, ecco le carte che fanno infuriare Sigfrido Ranucci. Scarica

Il Tar Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti all'avvocato Andrea Mascetti. Scarica la sentenza che fa infuriare Sigfrido Ranucci

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

M5S fallito? La dimostrazione sono Raggi e Appendino

C'è un qualche contrappasso del destino nel fatto che proprio quelli che dovevano rinnovare tutto, alla fine sono sempre gli stessi. Il...

Giuseppe Conte, quella corrispondenza d’amorosi sensi con Alessandro Di Battista

Giuseppe Conte vuole coinvolgere Alessandro Di Battista. E per farlo sta inviando all'ex deputato diversi segnali...

Scalo Romana a Milano, l’architetto Paolo Mazzoleni sarà consulente del Masterplan vincitore

Ci sarà anche Paolo Mazzoleni nella “partita olimpica” per la trasformazione dello scalo ferroviario di Porta Romana